Me
Perché da oggi telefonare in Europa costerà molto poco
Condividi su:

Perché da oggi telefonare in Europa costerà molto poco

Dal 15 giugno 2017 invece saranno completamente azzerati i costi di roaming

30 Apr. 2016

Da oggi telefonare, inviare sms e connettersi a internet nei 28 paesi dell’Unione europea costerà molto poco. Il 30 aprile 2016 inizia infatti un periodo di transizione che porterà, nel 2017, alla completa abolizione dei costi di roaming all’interno dei 28 paesi dell’Ue.

Il 27 ottobre 2015 il Parlamento europeo, dopo lunghe trattative con la Commissione e il Consiglio europeo, aveva abolito le tariffe sul roaming internazionale per le chiamate e la navigazione su internet da cellulare. Le tariffe diminuiranno del 75 per cento a partire dal 30 aprile del 2016 e verranno completamente abolite dal 15 giugno 2017.

L’abolizione è avvenuta nell’ambito dell’approvazione del nuovo pacchetto telecomunicazioni da parte del Parlamento europeo. Le votazioni hanno riguardato anche l’approvazione del principio di neutralità della rete internet.

D’ora in poi le compagnie telefoniche saranno obbligate a trattare in modo equivalente tutto il traffico dati senza bloccare o rallentare la ricezione di contenuti.

Ciascun utente pagherà in base al proprio piano tariffario nazionale, indipendentemente da dove si trovi nell’Ue, e le compagnie telefoniche potranno aggiungere costi extra per un massimo di 5 centesimi contro gli attuali 19 per le telefonate, 2 centesimi per gli sms contro gli attuali 6 e 5 centesimi per il traffico dati contro gli attuali 20.

L’INFOGRAFICA: 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus