Me

Sei bambini afghani morti al largo della Turchia

I migranti stavano cercando di raggiungere l’isola di Chio, in Grecia, ed erano partiti da Cesme, in Turchia

Immagine di copertina

Sei bambini afghani sono affogati dopo che un gommone diretto in Grecia è naufragato al largo delle coste turche di Cesme, nel mar Egeo.

Lo ha riportato l’agenzia di stampa statale turca Anadolu, dichiarando anche che martedì 8 dicembre la guardia costiera ha salvato cinque migranti ed era alla ricerca di altri due ancora dispersi.

I corpi dei bambini sarebbero stati recuperati. L’agenzia di stampa non ha reso note le età dei bambini, ma ha affermato che uno di loro era un neonato.

I migranti stavano probabilmente cercando di raggiungere l’isola di Chio, in Grecia, ed erano partiti da Cesme, nota località turistica turca, nonostante le cattive condizioni del meteo.

La Turchia ha aumentato negli ultimi giorni gli sforzi per bloccare i migranti in procinto di attraversare il mare per arrivare in Grecia.

Nella scorsa settimana, infatti, le autorità turche hanno radunato circa 3mila migranti nella città di Ayvacik, a nord di Cesme, che sarebbero stati in attesa di partire via mare per raggiungere l’isola greca di Lesbo.

(Qui sotto:  una mappa mostra l’isola dove erano diretti i migranti – Chio, in Grecia – e la località dalla quale erano partiti, Cesme, in Turchia