Me

Processo ad Alba dorata

Oggi il leader del partito di estrema destra si difenderà dall'accusa di omicidio di un musicista antirazzista

Immagine di copertina

Nikos Mihaloliakos, leader di Alba Dorata, si presenterà oggi davanti alla corte per difendersi dalle accuse che hanno condotto al suo arresto nello scorso fine settimana.

Insieme a lui, altri sei membri del partito greco di estrema destra sono stati arrestati durante un’operazione della polizia senza precedenti, scattata dopo l’omicidio del musicista antirazzista Pavlos Fyssas, avvenuto il 18 settembre.

Secondo la legge greca, Nikos Mihaloliakos dovrà presentare i suoi argomenti di difesa davanti a un giudice istruttore, che deciderà quindi se condannarlo al pagamento di una cauzione o tenerlo in custodia cautelare fino alla fine del processo.

Nikos Mihaloliakos dovrà affrontare diverse accuse, tra cui omicidio, aggressione e riciclaggio di denaro sporco.

Il suo partito ha da subito negato qualsiasi collegamento con la morte di Pavlos Fyssas. Se si dovesse dimostrare il contrario, Alba Dorata perderebbe preziosi seggi in Parlamento.