Me

L’Italia senza lavoro

Uno studio della Cgil e della Fondazione Di Vittorio rivela dati allarmanti per quel che riguarda l'occupazione in Italia

Immagine di copertina

L’Italia senza lavoro

Nel 2012 ben 9 milioni di italiani hanno fatto fatica per l’impossibilità di trovare o mantenere il posto di lavoro.

Le categorie che rientrano in questo enorme numero sono i disoccupati, gli scoraggiati (coloro che nemmeno cercano occupazione perché convinti di non riuscire a trovarla), cassaintegrati e lavoratori precari, tra cui rientrano i ‘part time volontari’.

Uno studio della Cgil assieme alla Fondazione Di Vittorio rivela che tra ottobre e dicembre 2012 si sono persi quasi 200 mila posti di lavoro. I disoccupati formali sono cresciuti in un anno del 19,7 per cento, risalendo ai livelli di 14 anni fa.

Secondo lo studio, la progressione negli ultimi 12 mesi risulta molto più marcata rispetto alla media europea: circa un quarto dell’aumento dei disoccupati in Europa nel 2012 è italiano.