Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:52
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Tecnologia

“Vivere con l’Intelligenza Artificiale”, un nuovo libro su costi e opportunità della rivoluzione tecnologica

La nuova opera del professor Marco Scialdone dell'Università Europea di Roma e dell'avvocato Marco Pierani, esperto nominato dal Governo in materia di intelligenza artificiale, affronta i temi più attuali legati all'economia dei dati e alla concorrenza fino allo sviluppo sostenibile

Vaccini, bollette ed elettrodomestici: è la realtà dell’Intelligenza Artificiale presente già oggi nella vita di tutti i giorni. Un tema spesso affrontato con la sola lente delle preoccupazioni per un futuro distopico, uno spauracchio che il professor Marco Scialdone, docente di Diritto e gestione dei contenuti e dei servizi digitali presso l’Università Europea di Roma, e l’avvocato Marco Pierani, direttore Public Affairs & Media Relations presso Euroconsumers nominato dal Governo italiano nel gruppo di esperti su questa nuova tecnologia, cercano di sfatare nel libro “Vivere con l’intelligenza artificiale“, edito da Espress Edizioni e presentato su TPI insieme ad Alessandro Albanese Ginammi, ricercatore in Storia economica presso il Dipartimento di Scienze Umane dell’Università Europea di Roma.

L’Intelligenza Artificiale è già ora una costante nelle nostre vite ed è destinata a permearle ancora di più: come sarà convivere con questa nuova tecnologia dipenderà da noi. Città intelligenti, in cui ogni aspetto delle nostre vite sarà monitorabile attraverso i dati ottenuti dai device che utilizziamo, da una fitta rete di sensori e da sistemi di sorveglianza, sono già in via di progettazione: in un mondo in cui i nostri desideri di vita e di consumo potranno facilmente essere predetti, quale futuro avranno i nostri diritti di cittadini e consumatori?

A queste domande e a molte altre tentano di rispondere gli autori di un libro capace di lanciare suggestioni attualissime sulla possibilità di rendere la quotidianità più eco-sostenibile e magari “guadagnando” da un’economia che non può più prescindere dalla raccolta e dall’analisi dei dati, arrivando provocatoriamente a ipotizzare un reddito da profilazione, che i consumatori possano percepire per la sola ragione di operare come “minatori” di informazioni per aziende e piattaforme.

L’opera, sugli scaffali a partire da domani 22 aprile 2021, parte da una considerazione di Alan Turing – “una macchina può pensare?” – e arriva a toccare i temi più attuali legati all’economia dei dati e alla concorrenza fino allo sviluppo sostenibile, mantenendo uno sguardo aperto alle preoccupazioni come alle opportunità offerte dalla tecnologia.

Proprio oggi, la Commissione europea vara il primo quadro regolatorio dedicato all’impatto dell’Intelligenza Artificiale sulla vita di tutti i giorni, nel tentativo di minimizzare i rischi connessi ai possibili abusi di questa nuova, fondamentale evoluzione tecnologica. Le nuove norme si basano proprio su quattro livelli di rischio: inaccettabile, elevato, limitato e minimo. Saranno così banditi dal mercato comunitario i sistemi basati su intelligenza artificiale considerati una chiara minaccia per la sicurezza, i mezzi di sussistenza e i diritti delle persone. Quelli ad alto rischio, tra cui i sistemi di identificazione biometrica da remoto, saranno invece soggetti a requisiti rigorosi.

Tuttavia, come sottolinea l’opera di Scialdone e Pierani, far sì che l’Intelligenza Artificiale sia fonte di grandi benefici per la società, impedendone al contempo le derive più pericolose, è del tutto nelle nostre mani. Ecco un libro per fare chiarezza sulle sfide che ci attendono, su come affrontarle, come individui e come umanità tutta.

Leggi anche: “Può un computer essere razzista?” Intervista a Luca Oneto, massimo giovane esperto di intelligenza artificiale in Italia // Opere realizzate dall’intelligenza artificiale (AI): “A chi appartiene il diritto d’autore?”. Parla l’avvocato Isabella Corrias di Rödl & Partner // “La mia app d’intelligenza artificiale mi ha convinta a uccidere tre persone”: l’esperimento di una giornalista su Replika

Ti potrebbe interessare
Tecnologia / VPN e sicurezza informatica: come proteggersi dalle minacce?
Economia / Smartworking, i dipendenti Amazon potranno lavorare da remoto per sempre
Tecnologia / Il diritto alla privacy è un diritto umano: parla l’esperto e organizzatore della Privacy Week Jacopo Sesana
Ti potrebbe interessare
Tecnologia / VPN e sicurezza informatica: come proteggersi dalle minacce?
Economia / Smartworking, i dipendenti Amazon potranno lavorare da remoto per sempre
Tecnologia / Il diritto alla privacy è un diritto umano: parla l’esperto e organizzatore della Privacy Week Jacopo Sesana
Salute / Gli integratori per te li suggerisce un’Intelligenza Artificiale
Cronaca / Clima, Google Maps mostrerà il percorso con meno emissioni di CO2 per gli spostamenti in auto
Ambiente / Coltivare la carne? E’ possibile e lo stanno già facendo
Shopping / Quando la ricchezza di contenuti incontra la qualità: analisi di un fenomeno vincente
Tecnologia / Trading online: la formazione si fa online
Tecnologia / Diversi metodi di cottura e tutti gli elettrodomestici più adatti per realizzarli
Tecnologia / I giovani a difesa del Paese