Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:16
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Tecnologia

Facebook pagherà fino a 545 euro all’anno agli utenti che rispondono ai sondaggi, attraverso l’app Viewpoints

Immagine di copertina
Foto: Pixabay

Facebook pagherà chi risponde ai sondaggi, con l’app Viewpoints

Guadagnare rispondendo ai sondaggi online potrebbe diventare davvero più semplice, visto che Facebook ha annunciato che pagherà fino a 600 dollari all’anno (l’equivalente di 545 euro) agli utenti che accetteranno di sottoporsi a domande sul social network. La novità riguarda in particolare la nuova app di Facebook dedicata alle ricerche di mercato, Viewpoints. La società di Palo Alto in un post sul suo blog ha fatto sapere che la cifra guadagnata compilando i sondaggi verrà pagata agli utenti tramite PayPal una volta accumulata una specifica soglia di punti.

“Riteniamo – è il messaggio del colosso fondato da Marz Zuckerberg – che il modo migliore per ottimizzare i prodotti sia ottenere informazioni direttamente dalle persone che li utilizzano. Utilizzeremo i loro feedback per perfezionare Facebook, Instagram, WhatsApp, Portal e Oculus”. E ancora: “Le informazioni di questi sondaggi ci aiuteranno a costruire prodotti migliori che mirano a limitare gli impatti negativi dei social media”.

Come funziona

Ma come funziona nel dettaglio? Come si potrà accumulare punti per poi essere pagati rispondendo a sondaggi su Facebook? Stando a quanto noto finora, dopo aver impostato un account Viewpoints gli utenti verranno invitati a partecipare a determinati “programmi” e prima di ogni programma Facebook spiegherà quali informazioni verranno raccolte, come verranno usate e quanti punti si otterranno per completare il programma. Per alcuni programmi ci sarà poi un numero massimo di utenti partecipanti.

Le notizie di tecnologia di TPI

Il tema dell’utilizzo dei dati personali, come la posizione, il dispositivo utilizzato e il broswer, è molto discusso e rappresenta una delle preoccupazioni degli utenti. Per questo Facebook ha chiarito: “Prima di iniziare qualsiasi programma, faremo sapere come verranno utilizzate le informazioni fornite dal programma. Non venderemo le informazioni da questa app a terzi. Non condivideremo pubblicamente l’attività di Viewpoints su Facebook o su altri account collegati senza autorizzazione. La partecipazione ai programmi potrà essere interrotta in qualsiasi momento”.

Per ora il servizio è disponibile solo per gli utenti degli Stati Uniti che hanno un account Facebook ma nel 2020 potrebbe essere esteso anche in Europa. “Non vediamo l’ora di espanderci in più Stati il prossimo anno”, ha scritto ancora la società su Facebook.

Facebook Pay, come funziona il nuovo sistema di pagamenti del social network in arrivo anche in Italia
Ti potrebbe interessare
Esteri / Caricabatterie unico, arriva il sì definitivo del parlamento europeo: entro il 2024 l’obbligo per i device portatili
Tecnologia / Auto elettrica: vi siete ricordati di fare il pieno?
Tecnologia / SEO per e-commerce: consigli e strategie per migliorare il posizionamento
Ti potrebbe interessare
Esteri / Caricabatterie unico, arriva il sì definitivo del parlamento europeo: entro il 2024 l’obbligo per i device portatili
Tecnologia / Auto elettrica: vi siete ricordati di fare il pieno?
Tecnologia / SEO per e-commerce: consigli e strategie per migliorare il posizionamento
Tecnologia / Instagram down oggi 22 settembre 2022: l’app non funziona, cosa è successo, Stories
Tecnologia / Gruppo Ferrovie dello Stato a Innotrans, tra innovazione e sviluppo. L’Ad Ferraris: “Siamo sempre più una multidomestic company”
Tecnologia / L'idea di Zuckerberg: Facebook, Instagram e WhatsApp a pagamento
Tecnologia / Facebook down: perché il social mostra i post di altre persone
Tecnologia / Apple, allarme sicurezza. Gli esperti: “Aggiornate subito i dispositivi”
Sport / Dazn non funziona: ecco cosa sta succedendo e come richiedere il rimborso
Tecnologia / Tobacco Heathing Technology: scopriamo come funziona un riscaldatore di tabacco