Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:51
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Tecnologia

Caricabatterie unico per tutti i cellulari, la proposta dell’Ue. Ma è davvero possibile?

Immagine di copertina
Credits: EPA/OLIVIER HOSLET

Caricabatterie unico per tutti gli smartphone, proposta del Parlamento Ue

Un caricabatterie unico per tutti i cellulari, ma anche per gli altri dispositivi elettronici: presto quello che oggi appare come un sogno che risolverebbe tantissimi problemi dei consumatori potrebbe diventare realtà, grazie a una proposta del Parlamento Ue.

L’organo legislativo comunitario (insieme al Consiglio dell’Unione europea) ha infatti chiesto alla Commissione europea di avviare i lavori per arrivare – entro un termine di sei mesi, cioè luglio 2020 – a una bozza di una nuova regolamentazione che preveda la produzione di caricabatterie unici e universali. L’obiettivo dichiarato è quello di ridurre il cosiddetto e-waste, cioè l’accumulo di spazzatura elettronica. Ma sarebbero evidenti le conseguenze anche sul calo del costo degli apparecchi in vendita e soprattutto i benefici per gli utenti.

Ma cosa cambierebbe, a livello pratico, con un caricabatterie unico e universale per tutti i device (smartphone, tablet, macchine fotografiche, e-reader e lettori musicali)? Innanzitutto, gli smartphone verrebbero venduti senza alcun cavo, visto che i caricabatterie in circolazione sarebbero già compatibili. L’unico standard del cavo microUSB potrebbe essere quello USB C. La misura dovrebbe coinvolgere anche i dispositivi che si ricaricano senza fili.

Caricabatterie unico, è davvero possibile?

Molti utenti si chiedono se, intenzioni a parte del Parlamento Ue, sia davvero possibile arrivare ad avere un caricabatterie unico. Al momento, oltre all’iter normativo per arrivare al provvedimento, il vero ostacolo è rappresentato da Apple.

Il colosso di Cupertino, che fin dal lancio del primo iPhone ha fatto dell’originalità e dell’incompatibilità dei suoi device con molti altri dispositivi i suoi cavalli di battaglia, ha già sottolineato di essere in disaccordo con la proposta del Parlamento Ue.

Il motivo? Secondo Apple, un caricabatterie unico danneggerebbe l’industria e gli utenti. L’abolizione della porta Lightning, che permette la ricarica dei dispositivi della Mela morsicata, sarebbe infatti sostituita dall’ingresso USB C. Ma secondo la casa di Cupertino l’investimento per uniformare gli standard supererebbe i potenziali benefici ambientali.

Leggi anche:

Come ricaricare più velocemente il tuo smartphone

Quello che avete sempre pensato sulla batteria del vostro smartphone è sbagliato

Ti potrebbe interessare
Tecnologia / WhatsApp, nuove condizioni dal 15 maggio: cosa fare per continuare a usarlo
Tecnologia / Easy Mobility e la partnership con Too Good To Go: le nuove iniziative di Edenred Italia
Tecnologia / Nuove accuse a Facebook: “Approva pubblicità di gioco d’azzardo, alcolici e diete estreme ai minorenni”
Ti potrebbe interessare
Tecnologia / WhatsApp, nuove condizioni dal 15 maggio: cosa fare per continuare a usarlo
Tecnologia / Easy Mobility e la partnership con Too Good To Go: le nuove iniziative di Edenred Italia
Tecnologia / Nuove accuse a Facebook: “Approva pubblicità di gioco d’azzardo, alcolici e diete estreme ai minorenni”
Tecnologia / L’ultimo aggiornamento iOS 14.5 di Apple ci obbliga a decidere se continuare a farci “tracciare” dalle app o meno
Tecnologia / In Argentina un 30enne è diventato proprietario del dominio di Google pagando meno di 3 euro
Costume / Note audio troppo lunghe: la soluzione (geniale) di WhatsApp per i messaggi vocali
Costume / WhatsApp Pink, la versione rosa dell’app è una truffa
Tecnologia / Hacker rubano progetti di nuovi prodotti alla Apple e chiedono il riscatto: “Dateci 50 milioni di dollari”
Tecnologia / “Vivere con l’Intelligenza Artificiale”, un nuovo libro su costi e opportunità della rivoluzione tecnologica
Tecnologia / Nasce OsintItalia, l’associazione che usa l’Open source per fini solidali