Premier League, la scritta “Black Lives Matter” al posto dei nomi dei giocatori sulle magliette

Di Anton Filippo Ferrari
Pubblicato il 13 Giu. 2020 alle 16:51 Aggiornato il 13 Giu. 2020 alle 16:54
41
Immagine di copertina

Premier League, la scritta “Black Lives Matter” sulle maglie

La scritta “Black Lives Matter” al posto del nome dei giocatori sulle maglie di tutte le squadre della Premier League. Lo hanno annunciato gli stessi protagonisti del massimo campionato inglese in un comunicato: “Siamo uniti con l’unico obiettivo di sradicare il pregiudizio razziale dovunque si manifesti – si legge nella nota congiunta -. Per dar vita a una società globale di inclusione, rispetto e pari opportunità per tutti, senza distinzioni di colore o di credo”.

La lega ha parallelamente annunciato che supporterà chiunque decida di inginocchiarsi prima o durante le partite in segno di solidarietà nei confronti di George Floyd e degli altri afroamericani vittime di abusi da parte delle forze dell’ordine.

Secondo quanto riportato da BBC Sport, sono stati il capitano del Watford, Troy Deeney e quello del Leicester, Wes Morgan, ad aver svolto un ruolo fondamentale nel guidare i giocatori dei 20 club verso questa decisione. Il badge con la scritta “Black Lives Matter” sarà realizzato dalla fidanzata di Deeney, Alisha Hosannah, e sarà affiancato a quello per ringraziare i medici e il personale sanitario che hanno lottato contro la pandemia di Covid-19.

41
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.