Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:44
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Sport

Olimpiadi, medaglia d’argento per Jessica Springsteen nell’equitazione: è la figlia del “Boss” Bruce

Immagine di copertina

Olimpiadi Tokyo 2020, argento per Jessica Springsteen, la figlia del cantante Bruce

Jessica Springsteen, figlia del noto cantante statunitense Bruce, ha vinto la medaglia d’argento nel salto a ostacoli a squadre di equitazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

La 29enne, al suo esordio ai Giochi Olimpici, ha gareggiato nel team Usa assieme a Laura Kraut e McLain Ward con le quali ha chiuso un tempo combinato di 124,2 secondi. Tempo che non è bastato a conquistare l’oro, che è andato alla Svezia.

Nata dall’unione tra il “Boss” e Patti Scialfa, Jessica Springsteen era riserva alle Olimpiadi di Londra nel 2012, mentre non era stata selezionata per i Giochi di Rio, nel 2016.

Eliminata dalle eliminatorie individuali, la Springsteen, che ha gareggiato con il suo cavallo belga Don Juan Van de Donkhoeve, aveva confessato di sentirsi un po’ nervosa prima dell’esordio ufficiale alle Olimpiadi.

“Non sono solo le mie prime Olimpiadi, ma anche i miei primi campionati. Ci si sente sicuramente un po’ nervosi, però sono in una squadra con cavalieri esperti e questo mi fa sentire piena di fiducia”.

Fidanzata con il cavaliere italiano Lorenzo De Luca, la figlia di Bruce Springsteen ha iniziato ad appassionarsi all’equitazione sin da piccola quando i suoi genitori decisero di abbandonare Los Angeles per trasferirsi nelle campagne del New Jersey.

L’equitazione, così come raccontato dalla ragazza in un’intervista, l’ha aiutata a combattere la timidezza: “In famiglia ero aperta, divertente, rumorosa, ma diventavo goffa e introversa con le altre persone. Alcune amiche mi hanno tirato fuori dal guscio. Cavalcare mi ha aiutato a prendere fiducia, perché se lavori sodo e vedi i risultati ti senti bene con te stessa. Così come prenderti cura di un animale ti dà responsabilità, ti insegna la pazienza e la comprensione”.

Nel maggio scorso, la figlia del “Boss” aveva partecipato al prestigioso Gran Premio di Roma, che si tiene ogni anno nella splendida cornice di Villa Borghese, ottenendo un terzo posto.

Ti potrebbe interessare
Sport / Anche a Spalletti dispiace per Francesco e Ilary: “Non me l’aspettavo”
Sport / Tour de France 2022: non c’è più marcio in Danimarca
Sport / Tour de France 2022: l’apoteosi dei vesponi
Ti potrebbe interessare
Sport / Anche a Spalletti dispiace per Francesco e Ilary: “Non me l’aspettavo”
Sport / Tour de France 2022: non c’è più marcio in Danimarca
Sport / Tour de France 2022: l’apoteosi dei vesponi
Sport / Tour de France 2022: Laporte salva l’onore della Francia
Sport / Tour de France 2022: L’Hautacam consacra Vingegaard
Sport / Ciclismo, Vingegaard mette le mani sul Tour de France
Sport / Tour de France 2022: ai canadesi piacciono i Pirenei
Sport / Italia Belgio streaming e diretta tv: dove vedere la partita degli Europei di calcio femminile
Cronaca / Controllo al calciatore del Milan Bakayoko: polizia accusata di razzismo. Il video virale
Sport / Tour de France 2022: soffrono i Vesponi, vincono i Capelloni