Covid ultime 24h
casi +13.571
deceduti +524
tamponi +279.762
terapie intensive -26

“Piangete all’inizio per poter sorridere alla fine”: il messaggio di Marta alle giovani calciatrici

Di Marco Nepi
Pubblicato il 24 Giu. 2019 alle 13:42 Aggiornato il 24 Giu. 2019 alle 13:43
0
Immagine di copertina

marta brasile mondiali messaggio calciatrici – Marta Vieira da Silva, la più forte giocatrice del Brasile, ha le idee chiare e non solo in campo. Terminata la partita contro la Francia, che ha visto le verdeoro eliminate ai supplementari, la bomber che ai Mondiali ha segnato gli stessi goal di Miroslav Klose ha commentato il ruolo delle donne nelle future generazioni calcistiche.

“È un momento speciale e dobbiamo godercelo. E lo dico per assegnare più valore alle cose. Noi stiamo chiedendo molto: chiediamo appoggio, ma abbiamo bisogno di essere valorizzate”, ha dichiarato la calciatrice in un discorso travolgente rilasciato ai microfoni dei giornalisti.

“Quando dico questo è perché voglio di più, allenarmi di più, essere pronta per giovare 90 minuti, i temi supplementari”, ha aggiunto.

“Questo è quello che chiedo alle ragazze. Non ci sarà una Formiga per sempre, non ci sarà una Marta per sempre. Non ci sarà una Cristiana per sempre. Se il calcio femminile sopravviverà, dipende da voi. Quindi pensate a questo, valorizzateci. Piangete all’inizio per potere sorridere alla fine”, ha concluso.

marta brasile mondiali messaggio calciatrici – Marta Vieira da Silva è la più forte giocatrice della storia del Brasile: è stata premiata sei volte come migliore calciatrice del mondo e ha segnato 111 gol in 130 partite con la maglia della squadra verdeoro. Un primato che la stessa fuoriclasse non ha mancato di sottolineare: “Ho segnato 16 gol ai mondiali, esattamente come il vostro Klose. Potevate pormi qualche domanda a riguardo”, ha fatto notare alla ZDF alla fine della partita con l’Australia del 13 giugno 2019.

Vieira da Silva, giocatrice senza sponsor, si batte per la parità salariale tra uomini e donne nel mondo del calcio: nella partita giocata contro l’Australia, dopo avere segnato un goal contro gli avversari, ha mostrato lo scarpino nero con il logo rosa e blu dell’uguaglianza di genere.

Con il suo gesto Marta ha anche voluto ricordare che non ha uno sponsor sugli scarpini: l’ultimo contratto è scaduto nella scorsa stagione e la fuoriclasse finora ha ritenuto inadeguate a livello economico tutte le offerte ricevute. È da qui che è nata l’idea di lanciare il messaggio perché il calcio femminile possa acquisire  la stessa credibilità di quello maschile.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.