Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Sport

Indossano pantaloncini contro il “bikini sessista”: multate le atlete norvegesi di pallamano

Immagine di copertina
Instagram

Indossano pantaloncini contro il “bikini sessista”: multate le atlete norvegesi di pallamano

La squadra femminile di pallamano da spiaggia della Norvegia è stata multata per essersi rifiutata di portare i bikini, scegliendo invece di indossare i più comodi pantaloncini. La decisione della Federazione europea di pallamano è stata fortemente contestata dalle giocatrici e dalle autorità sportive norvegesi, che da tempo protestano contro la regola “insensata” della Federazione internazionale.

Il regolamento internazionale obbliga infatti le atlete a indossare bikini “attillati e sgambati” mentre gli uomini possono indossare pantaloncini lunghi fino a 10 centimetri “sopra la rotula del ginocchio” a condizione che non siano “troppo cascanti”.

Dopo aver contestato il regolamento da anni, le giocatrici norvegesi hanno deciso di scendere in campo contro la Spagna domenica scorsa, nella partita valida per il terzo posto agli Europei in Bulgaria, indossando i pantaloncini al posto del bikini.

La Federazione europea di pallamano ha inflitto una multa di 150 euro a ogni giocatrice, per un totale di 1.500 euro, per aver portato un “abbigliamento improprio” e contrario al regolamento della Federazione internazionale.

Il ministro dello Sport norvegese Abid Raja ha definito la punizione “completamente ridicola”, mentre la Federazione norvegese di pallamano si è complimentata con le atlete. “La Federazione norvegese di pallamano è al vostro fianco e vi sostiene. Insieme continueremo a lottare per cambiare le regole sull’abbigliamento in modo che le giocatrici possano giocare con i vestiti che preferiscono”, ha dichiarato.

Secondo quanto riportato dal New York Times, già nel 2006 la federazione norvegese aveva inviato una lettera alla Federazione internazionale chiedendo di cambiare il regolamento, secondo cui “le uniformi e gli accessori contribuiscono ad aiutare gli atleti a migliorare le proprie prestazioni e a rimanere coerenti con l’immagine accattivante dello sportivo e dello sport”. Nella lettera, la federazione norvegese sosteneva che oltre a essere potenzialmente offensivo, l’obbligo per le donne di indossare il bikini può sfavorire i portieri, che possono usare tutte le parti del loro corpo per fermare i tiri.

La richiesta della Norvegia sarà discussa dalla Federazione internazionale di pallamano il prossimo novembre, dopo essere stata presentata alla riunione della Federazione europea di pallamano dello scorso aprile.

Ti potrebbe interessare
Sport / I “demoni” che hanno costretto Simone Biles al ritiro hanno un nome: cosa sono i “twisties”
Calcio / Insigne conquista l’Europa: è il suo saluto al Napoli?
Musica / Justin Bieber scrive a Simone Biles: “So cosa significa guadagnare il mondo ma perdere la propria anima”
Ti potrebbe interessare
Sport / I “demoni” che hanno costretto Simone Biles al ritiro hanno un nome: cosa sono i “twisties”
Calcio / Insigne conquista l’Europa: è il suo saluto al Napoli?
Musica / Justin Bieber scrive a Simone Biles: “So cosa significa guadagnare il mondo ma perdere la propria anima”
Esteri / Teologo musulmano critica i completi delle pallavoliste turche: “Siete sultani della fede, non dello sport”
Sport / Oro e bronzo nel canottaggio. Clamoroso argento di Paltrinieri negli 800 sl
Sport / Tokyo 2020: le gare in programma oggi e domani, gli orari
Sport / Pellegrini “forte” vs Biles “fragile”: così Repubblica racconta le donne delle Olimpiadi
Sport / Tokyo 2020, la resurrezione di Primoz Roglic
Sport / La judoka Alice Bellandi: "Amo Chiara, lo sport è un posto inclusivo"
Sport / Simone Biles si ritira: "Ho demoni nella testa, devo pensare alla mia salute"