Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 08:36
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Sport

“Fine Campionato, il calcio di una volta” in mostra a Roma

Immagine di copertina

Un viaggio nel mondo del calcio attraverso la selezione di foto inedite dall’Archivio Farabola e l’esposizione dei calciatori in ceramica dell’artista milanese Stefano Puzzo

“Fine Campionato, il calcio di una volta” in mostra a Roma –  Un viaggio nel mondo del calcio attraverso la selezione di foto inedite dall’Archivio Farabola e l’esposizione dei calciatori in ceramica dell’artista milanese Stefano Puzzo. Il 19 giugno alle ore 18, la Galleria Il Sole inaugura la mostra FINE CAMPIONATO, una selezione di fotografie sul calcio di una volta e i suoi leggendari protagonisti, da Vincenzo Pozzo a Dino Zoff.

Lo sguardo è quello di Tullio Farabola e della sua agenzia, con la quale per buona parte del Novecento il fotoreporter documentò la vita e le passioni degli italiani, tra cui il calcio: la gioia per la vittoria del Mondiale nel 1934, i ritratti dei grandi campioni come Omar Sivori, Sandro Mazzola, Gianni Rivera, ma anche le maglie di stoffa comune, i campi pieni di fango, gli stadi che oggi non ci sono più.

Sedici fotografie in bianco e nero raccontano lo sport e l’Italia dagli anni Trenta agli anni Sessanta riportando alla memoria l’immagine di un paese che non c’è più. Tullio Farabola (1920-1983) è stato uno dei primi e più noti fotoreporter italiani.

La sua agenzia, fondata a Milano nel primo dopoguerra, è diventata presto una delle più importanti agenzie fotogiornalistiche italiane, e oggi conserva nei suoi archivi milioni di negativi. In mostra anche le ceramiche dell’artista milanese Stefano Puzzo, ispirate ai leggendari omini del Subbuteo. Ogni giocatore è un pezzo unico realizzato ad hoc in base all’estro e alla fantasia dell’artista.

Ti potrebbe interessare
Cultura / Morto Roberto Calasso, padre della casa editrice Adelphi
Cultura / Jasmin. Una storia da raccontare: un libro per ricordare e riflettere
Cultura / Il regresso dell’amore filiale
Ti potrebbe interessare
Cultura / Morto Roberto Calasso, padre della casa editrice Adelphi
Cultura / Jasmin. Una storia da raccontare: un libro per ricordare e riflettere
Cultura / Il regresso dell’amore filiale
Cultura / A Vieste con Il libro possibile (XX edizione) per la seconda tappa del Festival su letteratura, legalità, scienza, attualità e musica
Cultura / La classifica aggiornata delle università italiane: Bologna l’ateneo col punteggio migliore
Cultura / “Il caso Crespi”, il libro sul caso che ha coinvolto il regista Ambrogio Crespi. La prefazione di Alfonso Giordano
Cultura / Cyclonopedia, l’entropico saggio di Reza Negarestani che racconta un mondo sconvolto
Cultura / Premio Strega, il vincitore è Emanuele Trevi con “Due vite”
Cultura / Il rider bullizzato, la ragazza palpeggiata e quella cultura machista che fa ammalare alcuni tifosi (di I. Melio)
Cultura / La letteratura attraverso gli occhi di un grande scrittore, con Alessandro Baricco