Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 14:49
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Sport

Finale Champions League, PSG-Bayern Monaco: vincitore e gol

Immagine di copertina

Finale Champions League, PSG-Bayern Monaco: vincitore

VINCITORE CHAMPIONS LEAGUE 2020 – Il Bayern Monaco ha vinto la Champions League 2019-2020. La squadra tedesca ha trionfato in finale, allo Stadio da Luz di Lisbona, contro il Paris Saint Germain 1-0 grazie alla rete di Coman al 59esimo minuto. Partita molto equilibrata al da Luz (orfano di pubblico data l’emergenza Coronavirus). Azioni da gol da una parte e dall’altra, ma a passare sono solo i tedeschi che nella ripresa passano in vantaggio con un tocco sotto rete di Coman lasciato “solo” sul secondo palo. Dopo la rete dello svantaggio il PSG ha provato a rimediare ma senza successo. Per il Bayern si tratta dalla sesta Champions League della sua storia. Raggiunto il Liverpool – vincitore della passata edizione – nella speciale classifica delle squadre più vincenti nella massima competizione europea.

Tabellino

PSG (4-3-3): Keylor Navas; Kehrer, Thiago Silva, Kimpembe, Bernat (80′ Kurzawa); Paredes (65′ Verratti), Marquinhos, Herrera (72′ Draxler); Di Maria (80′ Choupo-Moting), Mbappé, Neymar.

All. Tuchel

BAYERN MONACO (4-2-3-1): Neuer; Kimmich, Boateng (25′ Sule), Alaba, Davies; Goretzka, Thiago Alcantara (86′ Tolisso); Gnabry (68′ Coutinho), Müller, Coman (68′ Perisic); Lewandowski.

All. Flick

Ammoniti: Davies (BM), Gnabry (BM), Paredes (P), Sule (BM), Neymar (P), Thiago Silva (P), Kurzawa (P)

Lo stadio della finale

A causa dell’emergenza Coronavirus, lo scorso 17 giugno 2020, la Uefa ha deciso di cambiare la sede della finale di Champions League 2019-2020. Invece di Istanbul (Turchia), si è optato per Lisbona (Portogallo). Il tutto, ovviamente, a porte chiuse. L’impianto prescelto è stato lo Stadio da Luz di Lisbona che ha ospitato l’ultimo atto della massima competizione europea per club per la seconda volta dopo la finale del 2014. Inaugurato nel 2003, in sostituzione del vecchio impianto, oltre ad ospitare le partite del Benfica è stato teatro di alcuni incontri di Euro 2004, tra cui la finale tra Portogallo e Grecia. Il precedente stadio del Benfica fu demolito e fu sostituito da un nuovo impianto di 66,147 posti. L’architetto Damon Lavelle progettò uno stadio che usasse il più possibile la luce naturale. La UEFA classifica il da Luz tra gli stadi “Elite”, riconoscimento che consente allo stadio di ospitare le finali delle coppe europee.

  • Nome: Stadio da Luz (Estadio do Sport Lisboa e Benfica)
  • Inaugurazione: 25 ottobre 2003
  • Prima partita: Benfica-Nacional Montevideo 2-1
  • Capienza: 64,642 posti
  • Indirizzo: Av. General Norton De Matos 1500, Lisbona
  • Architetto: Damon Lavelle

Ti potrebbe interessare
Sport / Tappa e maglia per Bernal che mette le mani sul Giro
Sport / Milan Cagliari streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Terribile caduta di Mohoric: picchia la testa sull’asfalto dopo una capriola in aria
Ti potrebbe interessare
Sport / Tappa e maglia per Bernal che mette le mani sul Giro
Sport / Milan Cagliari streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Terribile caduta di Mohoric: picchia la testa sull’asfalto dopo una capriola in aria
Sport / Fiorentina Napoli streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Giro d’Italia 2021, ottava tappa: un francese alla conquista del Sannio
Sport / Roma Lazio streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Sonego Djokovic streaming diretta tv: dove vedere la semifinale degli Internazionali d’Italia
Sport / Juventus Inter streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Giro d’Italia 2021, settima tappa: a Caleb piace l’Adriatico
Sport / Sonego Rublev streaming diretta tv: dove vedere il match dei quarti degli Internazionali