Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Sport

Calcio, alla Cina la prima edizione della Coppa del mondo per Club del 2021

Immagine di copertina

Il torneo sostituisce la Confederations Cup: "Una decisione storica"

Calcio, alla Cina la prima edizione della Coppa del mondo per Club del 2021

La prima edizione della Coppa del Mondo per club a 24 squadre andrà alla Cina: la decisione, a suo modo storica, è stata annunciata dalla FIFA, la massima organizzazione calcistica a livello mondiale. Ad annunciarlo il presidente Gianni Infantino, che ha parlato di una “decisione storica”.

“Il nuovo torneo – ha spiegato – sarà capace di coinvolgere chiunque, sarà la prima vera una competizione che vedrà in campo i migliori club del mondo”. Un nuovo esperimento che vedrà la luce tra giugno e luglio del 2021.

La decisione di assegnare i diritti alla Cina è stata annunciata a Shanghai al termine del voto del consiglio direttivo della Fifa nella sua riunione trimestrale. La nuova competizione avrà cadenza quadriennale e sostituirà la Confederations Cup, il torneo a 7 squadre che nelle ultime versioni aveva fatto da “antipasto” per il Paese ospitante della Coppa del Mondo.

In tutto 24 club, i posti dovrebbero essere così suddivisi: 8 per le squadre europee, 8, 6 invece quelli per le squadre del Sudamerica, mentre i rimanenti 10 verranno riservati alle altre zone continentali (Asia, Africa, Nord-centro America, Oceania).

La decisione di disputare la prima edizione in Cina è quindi davvero innovativa. La decisione è stata presa all’unanimità nonostante le perplessità dei mesi scorsi espressa soprattutto dalla Uefa e dall’associazione dei principali club europei, la Eca (sottoscritta fra gli altri da Juventus, Real Madrid, Ajax, PSG, Barcellona, Bayern Monaco, Manchester United e Benfica), che si era detta “assolutamente contro l’approvazione” del nuovo torneo.

FIFA 20, usciti Champions e Ultimate Edition in accesso anticipato
Ti potrebbe interessare
Sport / Tour de France 2024: Tadej Pogacar arriva puntuale al rendez-vous con la storia
Sport / Tour de France 2024: la riluttante vittoria di Tadej Pogacar
Sport / Tour de France 2024, 19esima tappa: voilà Tadej, Le Roi
Ti potrebbe interessare
Sport / Tour de France 2024: Tadej Pogacar arriva puntuale al rendez-vous con la storia
Sport / Tour de France 2024: la riluttante vittoria di Tadej Pogacar
Sport / Tour de France 2024, 19esima tappa: voilà Tadej, Le Roi
Sport / Tour de France, 18esima tappa: Campenaerts si aggiudica l’ultimo scampolo di libertà
Sport / Tour de France 2024, 17esima tappa: El Diablito completa il tris, Remco vede il secondo posto
Calcio / Il Comune di Udine nega il patrocinio alla partita Italia-Israele: “Sarebbe divisivo”
Sport / Tour de France 2024, 16esima tappa: Philipsen pareggia il conto e riapre la lotta per la maglia verde
Sport / Malagò a TPI: “Bochicchio? Era un incantatore di serpenti e io non sono stato un serpente”
Sport / Malagò a TPI: “Tregua olimpica? La speranza è l’ultima a morire ma finora i leader mondiali non hanno cavato un ragno dal buco”
Sport / Malagò a TPI: “Solo in Italia costruire stadi è un calvario. Gualtieri? È serio, oggi è percepito meglio di prima”