Covid ultime 24h
casi +9.938
deceduti +73
tamponi +98.862
terapie intensive +47

Nuoto, il giovane Andrea Vergani positivo alla cannabis: ora rischia fino a sei mesi

Di Antonio Scali
Pubblicato il 19 Apr. 2019 alle 18:19
0
Immagine di copertina

Il nuotatore azzurro Andrea Vergani è risultato positivo alla cannabis a seguito di un controllo effettuato da Nado Italia durante i recenti campionati assoluti di Riccione.

L’episodio risale allo scorso 2 aprile, in occasione dei trials mondiali. Il nuotatore, 21 anni, milanese, ora rischia grosso. Vergani, uno dei talenti emergenti del nuoto italiano, è stato immediatamente sospeso.

Nel 2018 il giovane sportivo aveva conquistato il bronzo europeo nei 50 sl e il bronzo ai Mondiali in vasca corta nella 4×50 sl, oltre a detenere la miglior prestazione mondiale del 2019 sui 50 m con 21”53.

Ora rischia dai 4 ai 6 mesi oltre alla partecipazione ai prossimi Mondiali. La Wada da poco aveva alzato il livello di nanogrammi di cannabis consentiti a 150. Il livello di cannabis di Vergani, dunque, era più alto.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.