Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:20
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Spettacoli » TV

Talk show politici in crisi di ascolti: “Pubblico saturato da discorsi sul Covid e virologi che giocano con la scienza”

Immagine di copertina

Talk politici in crisi di ascolti. Sarà la fine del sovranismo, sarà l’avvento del governo guidato dal super tecnico Mario Draghi ma il 2021 per i talk show si è chiuso nel peggiore dei modi. I dati Auditel di questa prima parte di stagione (da settembre fino a fine anno) sono impietosi con chi affronta il discorso politico ancora con questo formato. Una disaffezione generalizzata che attraversa titoli e reti, metodi argomentativi più o meno aggressive, modelli di conduzione più o meno facinorosi, anche se sul punto è difficile trovare il meno.

“Questo allontanamento dei pubblici è conseguenza della saturazione di tanti dai discorsi sul Covid-19, da virologi che giocano con la scienza, da chi rappresenta una politica che riunisce tutti i partiti meno uno/due al Governo e li separa nelle dichiarazioni. Un gioco delle parti che sembra più appartenere a logiche di marketing che a convincimenti politici” spiega Francesco Siliato, già docente di Sociologia della comunicazione al Politecnico di Milano e partner dello Studio Frasi.

Ma a dire il vero tutto il consumo di televisione vede scemare i propri spettatori. A parità di giornate nelle ore dei talk show, un anno con l’altro, sono svaniti in media 2,8 milioni di spettatori. Constatare che tutti i talk perdono dimostra che non sono stati in grado di trattenere i loro pubblici, quei pubblici presenti nelle stesse settimane dello scorso anno. I talk insomma non sono resilienti.

Ma hanno un costo molto contenuto, difficile rinunciarci anche a fronte di perdite d’ascolto considerevoli. Il problema però è che così fatti non servono nemmeno ai loro scopi essenziali, da una parte informare cittadine e cittadini, dall’altra favorire il consenso. Gli editori broadcaster sono però impreparati all’innovazione, lo sono in generale, figurarsi su un format così conveniente, al punto che anche a fronte di un minor rendimento, hanno aumentato di cento ore la presenza in palinsesto del format talk show.

A perdere più ascolti in termini assoluti, rileva un’elaborazione realizzata dallo Studio Frasi basata su dati Auditel, sono 8 ½ su LA7 (-408.881 spettatori) e Stasera Italia (soprattutto la seconda parte) su Rete 4 (-371.801 spettatori). Nonostante una perdita di ascolti del 19,7% il programma di Lilli Gruber rimane comunque il più seguito ma ha orari diversi e soprattutto una diversa durata. Tra i talk che coprono in tutto o in parte la sua mezz’ora 8 ½ produce comunque un ascolto di oltre mezzo milione di spettatori in più rispetto a Stasera Italia che perde tra prima e seconda parte il 21,44% e il 28,6% dei propri spettatori, una delle peggiori performance in assoluto.

Figurarsi quale ulteriore calo d’ascolto avrebbe comportato il paventato arrivo del programma di Lucia Annunziata su Rai Tre nella stessa fascia pre-serale. Tra i programmi con inizio tra le 21:20 e le 21:35 la sfida è tra Di Martedì e Carta Bianca. Si tratta degli unici a superare il milione di spettatori medi in questi primi 91 giorni della stagione 2021-2022. Tra i programmi in tardissima serata male Linea Notte che su RaiTre perde il 15,16% di audience rispetto al 2020. La mattina invece, emorragia di ascolti per Omnibus su LA7 che perde il 25,60% di audience e per Agorà su RaiTre che perde il 13,75% rispetto all’anno precedente.

A questo punto la domanda è d’obbligo: cosa devono fare reti e broadcaster per superare la sempre maggiore disaffezione da parte pubblico?

 

Ti potrebbe interessare
TV / Chi l’ha visto?, le anticipazioni della puntata del 26 gennaio 2022 su Rai 3
TV / Italia’s Got Talent 2022: le anticipazioni della puntata di oggi, 26 gennaio
TV / Back to school streaming e diretta tv: dove vedere il programma di Nicola Savino
Ti potrebbe interessare
TV / Chi l’ha visto?, le anticipazioni della puntata del 26 gennaio 2022 su Rai 3
TV / Italia’s Got Talent 2022: le anticipazioni della puntata di oggi, 26 gennaio
TV / Back to school streaming e diretta tv: dove vedere il programma di Nicola Savino
TV / Non è l’Arena: ospiti e anticipazioni della puntata di oggi, 26 gennaio 2022
TV / Lezioni di persiano racconta una storia vera? Le informazioni sul film in onda su Rai 1
TV / Viaggio nella Grande Bellezza – il Quirinale: le anticipazioni della puntata del 26 gennaio
TV / Back to school: anticipazioni e ripetenti dell’ultima puntata su Italia 1
TV / Italia’s Got Talent 2022 streaming e diretta tv: dove vedere lo show
TV / Lezioni di persiano: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / Man on Fire – Il fuoco della vendetta: tutto quello che c’è da sapere sul film