Covid ultime 24h
casi +17.012
deceduti +141
tamponi +124.686
terapie intensive +76

Salvini attacca il Festival di Sanremo: “Vincitore già deciso, sarà di sinistra. Boicottiamolo”

Di TPI
Pubblicato il 2 Feb. 2020 alle 09:00 Aggiornato il 2 Feb. 2020 alle 09:13
5.4k
Immagine di copertina
Matteo Salvini e Amadeus

Tra Matteo Salvini e il Festival di Sanremo il rapporto non è mai stato semplice.

Il leader della Lega, in questi giorni, sta attaccando a più riprese la kermesse canora che inizierà nella città dei fiori il prossimo 4 febbraio. Se l’era già presa con i cachet dei conduttori, dichiarando: “”Senza voler criticare a tutti i costi, mi sembrano cifre pazzesche…”.

Prima ancora, c’era stata la polemica nei confronti del rapper Junior Colly e dei testi delle sue canzoni: “È uno che incita all’odio e alla violenza contro le donne – aveva dichiarato l’ex ministro dell’Interno – Per un anno ho lavorato con Giulia Bongiorno per far approvare il codice rosso. Oggi leggo che la Rai e il più importante festival della canzone italiana, usando denaro pubblico, sdoganano femminicidio e stupro. Non ho parole: mi auguro che questo tizio non metta mai piede sul palco di Sanremo”.

Se le precedenti polemiche potevano avere un senso, quella di oggi appare però davvero bizzarra. Salvini infatti, in una diretta Facebook, se l’è presa col Festival di Sanremo perché, a suo dire, il vincitore sarebbe stato già deciso in anticipo.

“A Sanremo hanno già deciso che vinceranno tutti quelli politicamente corretti e di sinistra”, ha dichiarato l’ex vicepremier. Salvini ha colto l’occasione per tornare anche sulla polemica su Junior Colly, lanciando una sorta di boicottaggio nei confronti del Festival della canzone italiana.

“In una settimana in cui 5 donne sono state uccise da bestie, vermi infami, si mette un microfono in mano a qualcuno che nei suoi testi ha inneggiato alla violenza contro le donne. Da italiano dico che schifo, guardatevelo voi il festival”.

Leggi anche:

Junior Cally a Sanremo, le proteste di Borgonzoni e Salvini: “Incita al femminicidio e allo stupro con soldi pubblici”

La nuova (e bizzarra) strategia di Salvini per giustificare la citofonata al Pilastro

5.4k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.