Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 16:20
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Spettacoli » TV

Chi era Nicola, il padre di Beppe e Rosario Fiorello

Immagine di copertina

Chi era Nicola, il padre di Beppe e Rosario Fiorello

Rosario e Beppe Fiorello nel corso degli anni hanno sempre ricordato il padre, Nicola, con grande affetto. E proprio del padre ne parlerà Beppe nello suo spettacolo in onda stasera – 11 gennaio 2021 – su Rai 1, Penso che un sogno così. “Era una padre molto semplice, simpatico, anche se la simpatia spesso viene letta come una dote leggera – ha detto l’attore -. Mi colpiva la sua positività, la sua visione della vita: era possibilista, tutto per lui era possibile, fattibile; sognava molto, per noi e per lui. E poi non solo cantava le canzoni di Modugno, ma gli somigliava fisicamente”.

Ma chi era Nicola Fiorello, il padre di Beppe e Rosario? Il signor Nicola era un appuntato radiotelegrafista della Guardia di Finanza ed è originario di Letojanni (ME). Morì improvvisamente all’età di 58 anni a causa di un infarto. Era il 1990. In quelle ore Rosario era al Festival di Sanremo come inviato della sua radio: “Tremendo. Ero a Sanremo, chiamavo a casa e nessuno rispondeva. Quando un parente mi disse: “Tuo padre è stato male”, avevo già capito tutto e ho risposto: ‘Quando è morto?’. Dopo sono partito per dare la notizia a mio fratello, Beppe, che lavorava in Valle d’Aosta. Parto di notte, da solo, in macchina e gli racconto quello che era successo: ballava con mia madre, disse “ho dimenticato le sigarette, vado a prenderle”, lo trovarono nel parcheggio, vicino alla macchina, alla festa di Carnevale. Fu una botta spaventosa”.

padre beppe rosario fiorello nicola chi era

Della morte del padre, Nicola, ne ha parlato anche Beppe Fiorello: “Avevo 20 anni, ero un ragazzo non ancora  diventato uomo. Ero al crocevia delle decisioni, nello svincolo della vita. Dove vado? Mio padre mi aiuterà, pensavo. Il mondo mi crollò addosso. La sua morte mi costrinse a crescere più velocemente e a mettere in ombra la parte chiusa e bloccata di me. Cominciai a muovermi, incuriosirmi, viaggiare, capirmi, incontrare persone”. Dalle parole di Beppe si capisce come il padre fosse un uomo dal grande cuore, pronto a incoraggiare i membri della loro famiglia a seguire i loro sogni.

Ti potrebbe interessare
TV / Cesara Buonamici lancia un servizio al Tg5 sulla banda dei Rolex e rivela: “La rapinata ero io”
TV / Fabrizio Gatta, da conduttore Rai a sacerdote: “Avevo soldi e donne, ma mi mancava Dio”
TV / Ascolti tv martedì 15 giugno: Francia-Germania, New Amsterdam 3, Cartabianca
Ti potrebbe interessare
TV / Cesara Buonamici lancia un servizio al Tg5 sulla banda dei Rolex e rivela: “La rapinata ero io”
TV / Fabrizio Gatta, da conduttore Rai a sacerdote: “Avevo soldi e donne, ma mi mancava Dio”
TV / Ascolti tv martedì 15 giugno: Francia-Germania, New Amsterdam 3, Cartabianca
TV / Una pezza di Lundini, le anticipazioni e gli ospiti della puntata del 15 giugno su Rai 2
TV / Ve ne dovete andare: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / The Queen – La regina: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / Le Iene presentano – Mario Biondo: Un suicido inspiegabile: le anticipazioni dello speciale su Italia 1
TV / I casi della giovane Miss Fisher – Vivi e lascia spiare: la trama e il cast della prima puntata
TV / New Amsterdam 3: le anticipazioni (trama e cast) della terza puntata
TV / I casi della giovane Miss Fisher: il cast della serie tv