Covid ultime 24h
casi +20.499
deceduti +253
tamponi +325.404
terapie intensive +26

David di Donatello 2020: cerimonia, nomination, candidati, pronostici

Di Anton Filippo Ferrari
Pubblicato il 8 Mag. 2020 alle 18:00
0
Immagine di copertina

David di Donatello 2020: cerimonia, nomination, candidati, pronostici

Oggi, venerdì 8 maggio 2020, alle ore 21,20 su Rai 1 andrà in scena la cerimonia per i David di Donatello 2020. La 65esima edizione degli “oscar del cinema italiano” inizialmente era prevista per il 3 aprile ma – a causa dell’emergenza Coronavirus – è stata poi rimandata ad oggi. La conduzione è affidata, ancora una volta a Carlo Conti. In contemporanea con la cerimonia, le sale cinematografiche italiane riaccenderanno le insegne e gli schermi in attesa della riapertura e di un ritorno alla normalità per un flashmob organizzato da Anec con l’hashtag #riaccendilcinema. Ma quali sono i film e gli attori in nomination ai David di Donatello 2020? Come funzionerà la cerimonia? Di seguito tutte le informazioni.

Cerimonia

Ovviamente la cerimonia dei David di Donatello 2020 non sarà come le precedenti. La festa del cinema italiano ai tempi del Coronavirus si trasforma infatti in un galà tra tecnologia e tradizione con il conduttore che guiderà la cerimonia con tutti i candidati in remoto e con i vincitori che riceveranno una statuetta virtuale (quella vera sarà consegnata nei prossimi giorni). Mancheranno quindi il red carpet e il classico glamour ma secondo quanto affermato da Carlo Conti: “Resta il fascino del cinema“.

Nomination, candidati, cinquine

Ma quali sono i film in nomination per il David di Donatello 2020? Gli attori candidati? Vediamo insieme tutte le nomination (cinquine) per i David di Donatello 2020:

Miglior film:

  • ‘Il Primo Re’ di Matteo Rovere
  • ‘Il Traditore’ di Marco Bellocchio
  • ‘La paranza dei bambini’ di Claudio Giovannesi
  • ‘Martin Eden’ di Pietro Marcello
  • ‘Pinocchio’ di Matteo Garrone

Miglior regia:

  • Matteo Rovere per ‘Il Primo Re’
  • Marco Bellocchio per ‘Il traditore’
  • Claudio Giovannesi per ‘La paranza dei bambini’
  • Pietro Marcello per ‘Martin Eden’
  • Matteo Garrone per ‘Pinocchio’

Miglior regista esordiente:

  • Igort per ‘5 è il numero perfetto’
  • Phaim Bhuiyam per ‘Bangla’
  • Leonardo D’Agostini per ‘Il campione’
  • Marco D’Amore per ‘L’immortale’
  • Carlo Sironi per ‘Sole’

Miglior sceneggiatura originale:

  • ‘Bangla’ di Phaim Bhuiyan, Vanessa Picciarelli
  • ‘Il Primo Re’ di Filippo Gravino, Francesca Maniero, Matteo Rovere
  • ‘Il traditore’ di Marco Bellocchio, Ludovica Rampoldi, Valia Santella, Francesco Piccolo
  • ‘La dea fortuna’ di Gianni Romoli, Silvia Ranfagni, Ferzan Ozpetek
  • ‘Ricordi?’ di Valerio Mieli

Miglior sceneggiatura non originale:

  • ‘Il sindaco del rione Sanità’ di Mario Martone, Ippolita Di Majo
  • ‘La famosa invasione degli orsi in Sicilia’ di Thomas Bidegain, Jean-Luc Fromental, Lorenzo Mattotti
  • ‘La paranza dei bambini’ di Maurizio Braucci, Roberto Saviono, Claudio Giovannesi
  • ‘Martin Eden’ di Maurizio Braucci, Pietro Marcello
  • ‘Pinocchio’ di Matteo Garrone, Massimo Ceccherini

Migliore attrice protagonista:

  • Valeria Bruni Tedeschi per ‘I villeggianti’
  • Jasmine Trinca per ‘La dea fortuna’
  • Isabella Ragonese per ‘Mio fratello rincorre i dinosauri’
  • Linda Caridi per ‘Ricordi?’
  • Lunetta Savino per ‘Rosa’
  • Valeria Golino per ‘Tutto il mio folle amore’

Miglior attore protagonista:

  • Toni Servillo per ‘5 è il numero perfetto’
  • Alessandro Borghi per ‘Il Primo Re’
  • Francesco Di Leva per ‘Il sindaco del rione Sanità’
  • Pierfrancesco Favino per ‘Il traditore’
  • Luca Marinelli per ‘Martin Eden’

Miglior attrice non protagonista:

  • Valeria Golino per ‘5 è il numero perfetto’
  • Anna Ferzetti per ‘Domani è un altro giorno’
  • Tania Garribba per ‘Il Primo Re’
  • Maria Amato per ‘Il traditore’
  • Alida Baldari di Calabria per ‘Pinocchio’

Miglior attore non protagonista:

  • Carlo Buccirosso per ‘5 è il numero perfetto’
  • Stefano Accorsi per ‘Il campione’
  • Fabrizio Ferracane per ‘Il traditore’
  • Luigi Lo Cascio per ‘Il traditore’
  • Roberto Benigni ‘Pinocchio’

Pronostici

Abbiamo visto i film e gli attori in nomination ai David di Donatello 2020, ma chi sono i favoriti? Quali sono i pronostici? Il super favorito della vigilia è sicuramente il film ‘Il traditore’ di Marco Bellocchio, forte delle 18 candidature, tra cui quelle per il miglior film, regia, sceneggiatura originale e interpretazione maschile, con la performance di Pierfrancesco Favino nei panni di Tommaso Buscetta. In lizza per il Miglior film c’è anche ‘Pinocchio’ di Matteo Garrone. Nella categoria Miglior regia, Bellocchio si deve guardare le spalle da Pietro Marcello, autore di ‘Martin Eden’.

Per il Miglior attore, Favino è in pole position ma occhio a Luca Marinelli, un devastante marinaio di Jack London in ‘Martin Eden’ e al sempre candidato Alessandro Borghi, stavolta nei panni di Remo ne ‘Il primo re’. Tra le attrici, la sfida è più aperta con Valeria Bruni Tedeschi (‘I villeggianti) leggermente favorita rispetto a Jasmine Trinca, Lunetta Savino e Valeria Golino, rispettivamente interpreti di ‘La dea fortuna’, ‘Rosa’ e ‘Tutto il mio folle amore’. Per il Miglior attore non protagonista, la statuetta potrebbe andare a Geppetto – Roberto Benigni, l’anima della favola nera di Garrone (‘Pinocchio’).

Streaming e tv: dove vedere i David 2020

Dove vedere i David di Donatello 2020 in tv e live streaming? Come detto, la cerimonia dei David 2020 andrà in onda in diretta su Rai 1 dalle ore 21,20 di oggi, 8 maggio 2020. Ma non solo: l’evento sarà trasmesso infatti anche su Rai Movie. Sarà possibile seguire la cerimonia anche in live streaming tramite la piattaforma gratuita, previa registrazione, RaiPlay.it. Inoltre sul profilo Instagram del canale, Alberto Farina e Paola Jacobbi commenteranno la serata in diretta.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.