Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:35
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Spettacoli

In Sudafrica un regista è stato ucciso sul set da una giraffa

Immagine di copertina
In Sudafrica un regista è stato ucciso sul set da una giraffa

Carlos Carvalho stava effettuando le riprese di una serie. Mentre girava dei primi piani della giraffa, l'animale lo ha colpito alla testa con il suo lungo collo

Carlos Carvalho, regista sudafricano di 47 anni, è stato ucciso da una giraffa durante le riprese di una serie intitolata “Wild at Heart”.

Il gravissimo incidente è avvenuto mercoledì mercoledì 2 maggio 2018 in una fattoria a Broederstroom, a nord di Johannesburg, dove si stavano girando alcune scene della serie che racconta la storia di una famiglia inglese trasferitasi in Sudafrica.

Secondo quanto riferito da alcuni testimoni, Carvalho stava girando alcuni primi piani delle zampe di una giraffa di nome Gerald, quando l’animale ha cominciato a dimenarsi e lo ha colpito alla testa con il collo.

Drikus Van Der Merwe, un membro dello staff, ha raccontato così al quotidiano britannico Telegraph la dinamica dell’incidente:

“Abbiamo iniziato a scattare primi piani della giraffa, che non ci sembrava minacciosa, poi mentre Carlos stava guardando attraverso la macchina fotografica, la giraffa Gerald ha girato il collo e lo ha colpito sulla testa. È successo in un attimo e Carlos non l’ha nemmeno vista arrivare. Non era consapevole del pericolo”

“Mi sono accorto subito che Carlos aveva perso conoscenza. Sapevo che aveva un grave trauma cranico, ma non avrei mai pensato che sarebbe morto”.

Il regista è stato subito trasportato in aereo all’ospedale Milpark, ma è morto sabato 5 maggio a causa delle ferite riportate. Non è chiaro al momento se l’incidente sia stato causato da un’eccessiva leggerezza o imprudenza rispetto ai normali protocolli di sicurezza da utilizzare in queste situazioni.

L’agenzia CallaCrew, che seguiva Carvalho nei suoi lavori, ha diffuso questo messaggio su Facebook: “Con animo molto triste dobbiamo annunciare la scomparsa di Carlos Carvalho, uno dei nostri professionisti preferiti. Carlos stava girando un film a Glen Afric ed è rimasto coinvolto in un incidente fatale con una giraffa sul set. È stato trasportato in aereo all’ospedale Milpark ma non è sopravvissuto alle sue ferite. I nostri pensieri e condoglianze vanno alla famiglia e agli amici di Carlos in questo momento molto triste. Ci mancherà molto”.

Carlos Carvalho si era aggiudicato alcuni importanti premi durante la sua carriera. Nel 2003 aveva portato a casa il Leone d’Argento al Festival di Cannes, mentre nel 2014 aveva vinto l’African Film Academy Cinematography Award con il lavoro “The forgotten kingdom”.

I proprietari della fattoria dove è avvenuto l’incidente hanno riferito al Telegraph che la giraffa non verrà trasportata in un altro luogo e che potrà rimanere lì perché “non ha fatto niente di male”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Germania, Olaf Scholz è il nuovo cancelliere: dopo 16 anni lascia Angela Merkel
Esteri / “Abbiamo lasciato morire i civili sotto i Talebani”: la testimonianza shock di un funzionario britannico
Cronaca / Patrick Zaki è stato scarcerato: “Sto bene, forza Bologna!”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Germania, Olaf Scholz è il nuovo cancelliere: dopo 16 anni lascia Angela Merkel
Esteri / “Abbiamo lasciato morire i civili sotto i Talebani”: la testimonianza shock di un funzionario britannico
Cronaca / Patrick Zaki è stato scarcerato: “Sto bene, forza Bologna!”
Esteri / India, precipita elicottero che trasportava il capo delle forze armate: si temono 14 morti
Esteri / Turismo spaziale, il miliardario giapponese Yusaku Maezawa è partito per l’Iss dove trascorrerà 12 giorni
Esteri / “Perché non indossi l’hijab?”: la polizia iraniana aggredisce una donna su un bus | VIDEO
Esteri / Mosca ammassa truppe al confine con l’Ucraina. Biden minaccia Putin di forti sanzioni: “Tornare alla diplomazia”
Esteri / “Se siete in questa chiamata siete licenziati”: manager dà il benservito a oltre 900 dipendenti su Zoom
Esteri / India, adolescente decapita la sorella con l’aiuto della madre
Esteri / Processo a Patrick Zaki: firmato ordine di scarcerazione in attesa dell’udienza del primo febbraio