Covid ultime 24h
casi +10.593
deceduti +541
tamponi +257.034
terapie intensive -49

I film, le serie e i documentari su Maradona da vedere assolutamente

Di Antonio Scali
Pubblicato il 26 Nov. 2020 alle 16:38 Aggiornato il 26 Nov. 2020 alle 16:50
12
Immagine di copertina

Diego Maradona: i film, le serie e i documentari da vedere assolutamente

Diego Armando Maradona non è stato soltanto uno dei più importanti, se non il più grande, calciatore della storia. È stato un simbolo, anche di riscatto sociale, che con la sua vita, fatta di grandi vittorie e sonore cadute, ha ispirato la realizzazione di film e documentari di successo. Opere che oggi molti vogliono vedere o rivedere, in tv e in streaming, dopo la tragica notizia della morte del Pibe de Oro. Ecco allora una selezione dei più belli.

La diretta dei funerali di Maradona

Maradona di Kusturica

Uno dei più emblematici è sicuramente Maradona di Kusturica, film del 2008 del regista serbo Emir Kusturica. Un racconto che in maniera dettagliata analizza le varie tappe della carriera del campione argentino, dagli esordi nelle squadre giovanili fino al successo mondiale, senza tralasciare i momenti più bui, la droga, le sue idee politiche e la lenta risalita. “Sai che giocatore sarei stato se non avessi tirato di coca?”, si chiede lo stesso Maradona nel documentario.

Diego Maradona

Il film-documentario del 2019 diretto da Asif Kapadia riunisce 500 ore di materiali inediti registrati dal 1981 in poi. Un lungo lavoro di raccolta e montaggio  con il quale si racconta il periodo in cui Maradona giocò nel Barcellona per poi trasferirsi nel 1984 a Napoli, dove raggiunse l’apice della sua carriera vincendo la serie A e nel 1989 anche la Coppa Uefa. La forza di questo film è data soprattutto dall’uso massiccio di materiale dell’epoca. Oltre alla grande carriera di calciatore, non si tralascia di analizzare la parabola discendente degli ultimi decenni. Il documentario è disponibile su Netflix.

Maradona in Messico

La docuserie, probabilmente l’ultima nella quale possiamo ammirare il Pibe de Oro, è stata diffusa nei mesi scorsi su Netflix ed è composta da sette episodi. Il campione viene raccontato in delle vesti meno usuali: non lo vediamo infatti nei panni di calciatore, ma come allenatore. Le telecamere seguono infatti Maradona mentre allena una squadra della serie B messicana, il Dorados de Sinaloa.

Il tutto avviene a Culiacán, la fortezza del celeberrimo El Chapo. Diversi i riferimenti alla cocaina, che evidentemente accomuna quest’ultimo a Maradona. La serie svela un Diego appassionato e verace, che grazie al calcio ha provato a redimersi dopo i tanti sbagli del passato. Una rinascita cercata anche dalla cittadina nella quale è ambientato il documentario, intrappolata nella sua nomea criminale.

Maradona: Sueño bendito

Solo poche settimane fa, il 30 ottobre, in occasione dei 60 anni del Pibe De Oro, Amazon Prime Video aveva rilasciato le prime immagini di Maradona: Sueño bendito, la prima serie autobiografica autorizzata dallo stesso campione e che racconterà le varie fasi della sua vita e della sua carriera. Un progetto partito nel 2018, senza badare a spese, e con un’attenta ricerca della verosimiglianza in quanto raccontato. Tre sono gli attori che gli presteranno il volto: Nicolás Goldschmidt in età giovanile, Nazareno Casero negli anni del suo mito assoluto e infine Juan Palomino dopo il ritiro dal calcio. Si tratta in tutto di dieci episodi, che dovrebbero debuttare entro fine anno.

Youth

Per il regista premio Oscar Paolo Sorrentino Diego Armando Maradona è stato da sempre un mito. Lo ha persino citato insieme a Federico Fellini nel discorso di ringraziamento in occasione dell’Oscar per La grande bellezza. In Youth il campione è interpretato da un sosia platealmente sovrappeso ma ancora abilissimo coi palleggi anche con una palla da tennis.

Maradonapoli

Si tratta del documentario del 2017 diretto da Alessio Maria Federici che racconta l’eredità e il ricordo di Maradona impresso nella città di Napoli. La storia di un legame indissolubile tra il capoluogo campano e il campione argentino, reso un’icona, quasi un santino, in una continua commistione tra sacro e profano.

Buffa racconta: la programmazione dedicata su Sky Sport

Non possiamo non includere in questa raccolta l’episodio dedicato a Maradona di Buffa racconta, la serie di Sky Sport dedicata ai grandi personaggi sportivi, con la voce e il racconto unico di Federico Buffa. In particolare, oggi, 26 novembre, la programmazione di Sky Sport Serie A è dedicata al Pibe De Oro. Buffa e Morales – Storie di Futbol” che ci riporta al gol passato alla storia durante Argentina-Inghilterra del Mondiale 1986 e reso ancor più spettacolare grazie all’irripetibile telecronaca di Victor Hugo Morales, celebre giornalista e telecronista uruguaiano, protagonista dell’incontro con Federico Buffa.

Poi l’incontro in tv tra Maradona e Pelè del 2005 ne “La Noche del 10” presentato da Alessia Tarquinio e Marco Cattaneo. E poi #SkyBuffaPresenta: “Maradona by Kusturica”, documentario del 2008 diretto da Emir Kusturica, presentato il 20 maggio 2008 fuori concorso al 61° Festival di Cannes. Di scena i luoghi dove lo stesso Maradona visse, rivisitati dall’ex calciatore con il regista. La parabola viene ripercorsa tra Buenos Aires, Napoli, Cuba. Dalle umili origini al suo esordio nell’Argentinos Juniors ai momenti più alti, lo scudetto con il Napoli nel 1990, il Mondiale vinto con la Nazionale argentina nel 1986 in Messico e quelli più bassi, come la squalifica ai Mondiali di calcio del 1994 negli Stati Uniti d’America per positività all’efedrina.

Inoltre, “History Remix: Maradona vs Platini”. E, tra gli altri speciali, sempre di Buffa, “Storie Mondiali Diegoooo!” e “Buffa Racconta Maradona”; di Giorgio Porrà “L’Uomo della Domenica: Napoli Campione”. E anche “Storie: 1984, ho visto Maradona” di Matteo Marani. Infine la puntata speciale de “L’Uomo della Domenica” dal titolo “Maradona 60”, andata in onda lo scorso 30 ottobre per celebrare il suo ultimo compleanno.

12
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.