Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:30
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Spettacoli

Alessandro Borghi rivela: “Ho la sindrome di Tourette, ho spasmi e mi soffio sulle dita”

Immagine di copertina

Uno degli attori italiani più apprezzati degli ultimi anni è sicuramente Alessandro Borghi, protagonista di film e serie tv di successo come Suburra, Sulla mia pelle e Diavoli. L’attore romano si è raccontato in una lunga intervista al Corriere della Sera, e ha rivelato di soffrire di un disturbo psicologico, la sindrome di Tourette: “Per tutta la vita mi hanno detto: hai occhi bellissimi. E io ero convinto di avere gli occhi più belli del pianeta. Poi, crescendo, ti dici: che deficiente ero”, ha premesso Borghi, spiegando quanto anche la bellezza sia relativa.

Nell’intervista l’attore ha svelato di aver subito anche degli atti di bullismo a causa di questo suo disturbo: “Le parole hanno un peso. L’insulto fa male. È successo pure a me. A lungo ho pensato di avere dei tic, invece era Sindrome di Tourette. È una sindrome neurologica, con vari sintomi: io ho gli spasmi o mi soffio sulle dita. Dopo la diagnosi ho smesso di considerarlo un problema, perché almeno adesso so che cosa ho”. “Quando recito mi passa – ha aggiunto – Mi sono dato una spiegazione “poetica”: il mio lavoro è mettermi nei panni di un altro; l’altro la Tourette non ce l’ha e quindi, in quel momento, neanch’io”.

Ripercorrendo alcuni momenti della sua adolescenza, Borghi ha raccontato: “Se cercavi di essere amico di chi prendeva 10, i ripetenti ti gonfiavano di botte e, se eri amico dei ripetenti, quelli col 10 non ti parlavano più. Per cavartela, l’unica era essere te stesso. Fino a 16 anni, ho solo preso botte. Poi ero diventato manesco. Aver cominciato pugilato mi ha salvato perché mi faceva sentire in grado di difendermi. Alla fine cresci e capisci che invece del pugilato è meglio che cominci a leggere due libri, almeno ti difendi con le parole. Tuttora, se vedo uno che tratta male un altro, provo qualcosa di brutto”.

Ti potrebbe interessare
TV / Domenica In: ospiti e scaletta di Mara Venier oggi, 28 maggio 2023
Spettacoli / Polemiche per le parole di Arisa su Giorgia Meloni. La cantante risponde alla comunità LGBTQ+: “Voi non comprate neanche i miei dischi”
Spettacoli / Massimo Ranieri sta male: rinviate a ottobre le date dello spettacolo a Perugia e Grosseto
Ti potrebbe interessare
TV / Domenica In: ospiti e scaletta di Mara Venier oggi, 28 maggio 2023
Spettacoli / Polemiche per le parole di Arisa su Giorgia Meloni. La cantante risponde alla comunità LGBTQ+: “Voi non comprate neanche i miei dischi”
Spettacoli / Massimo Ranieri sta male: rinviate a ottobre le date dello spettacolo a Perugia e Grosseto
TV / Ascolti tv sabato 27 maggio: I migliori anni, Il volo – Tutti per uno, Shrek 2
TV / Messa in tv domenica 28 maggio 2023, dove vedere su Rai 1 e Canale 5: orari, luogo, streaming
TV / Fiorello a TvTalk, imprevisto durante l’intervista: “Non sono in mutande”
TV / Le ragazze: le anticipazioni della puntata del 27 maggio 2023 su Rai 3
TV / I migliori anni 2023: le anticipazioni (cast e ospiti) dell’ultima puntata
TV / Il Volo – Tutti per uno: scaletta e ospiti della prima puntata
TV / Il Volo – Tutti per uno streaming e diretta tv: dove vedere la prima puntata