Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:45
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Shopping

Lo shopping è terapeutico: fare compere ha tanti benefici, lo dice la scienza

Immagine di copertina
Crediti: Getty

Lo shopping è terapeutico. No, non ditelo a Rebecca Bloomwood di I love shopping, che si è fatta prendere un po’ troppo la mano, ma ditelo a voi stessi tutte le volte in cui credete che farvi un regalo sia uno sbaglio.

Perché non lo è. Anzi, fare shopping riduce lo stress, migliora l’autostima e, rullo di tamburi, fa anche dimagrire: cosa state aspettando? Mani al portafogli!

Questa non è la banale constatazione di una shopping-dipendente, ma una prova scientifica. Stando alla tesi di un pool di ricercatori di Taiwan e Australia, il cui studio è stato condotto su 1.900 volontari di entrambi i sessi e poi pubblicato sulla rivista specializzata “Journal of epidemiology and community health”, lo shopping ha davvero diversi benefici (e non soltanto per l’economia).

Ad esempio: sapevate che le persone over 65 che si dedicano allo shopping sei giorni su sette hanno un tasso di mortalità inferiore del 28%, rispetto a chi preferisce tenere qualche moneta in più nel salvadanaio? Questo è dovuto al fatto che, per fare spese, le persone escono di casa e gironzolano per i negozi, praticando costante esercizio fisico e stimolando il proprio buonumore.

Attenzione, secondo i ricercatori per trarre benefici dallo shopping non è necessario spendere molto. Quindi, attenzione a non esagerare. Va bene concedersi qualche acquisto di tanto in tanto durante la settimana, ma prestabilendo un budget limitato.

Felici e contenti, ma anche in salute: il matrimonio fa bene alla mente e allontana il rischio di demenza

Lo shopping riduce l’ansia. A dimostrarlo è stato Rik Pieters, che insegna marketing all’Università di Tilburg, in Olanda. Acquistare quello che ci piace è “una forma di divertimento che in qualche caso può combattere la solitudine e il malessere esistenziale”. Eccetto, forse, quando si tratta dei regali di Natale (oppure no).

Lo shopping riduce lo stress e ci rende felici. La scienza è d’accordo sul fatto che acquistare quello che ci piace è un passo che ci avvicina alla felicità. Secondo un gruppo di ricercatori del Michigan, Stati Uniti, e lo studio condotto prevalentemente su un gruppo di donne, la shopping-terapia è davvero efficace perché riduce gli effetti della tristezza. Chi fa shopping è tre volte più felice di chi si limita ad osservare le vetrine.

Lo shopping migliora l’autostima. Un sondaggio condotto sul sito e-commerce Zalando conferma questa teoria. Grazie a un campione di mille persone, è emerso che l’8% degli italiani si dedica allo shopping quando è triste e quando vuole ritrovare il buonumore.

Lo shopping è terapeutico? Come tutto quello che può far bene, bisogna stare attenti alle dosi. Lo shopping compulsivo non è quello che consiglia la scienza. Fate compere, ma con moderazione.

Ti potrebbe interessare
Costume / La felicità è un’abilità, e come tale si può allenare. Ecco come
Costume / Valentina Ferragni: "Soffro di insulinoresistenza. Più grave del previsto"
Salute / Il sottile confine tra un amore infelice e la Dipendenza Affettiva
Ti potrebbe interessare
Costume / La felicità è un’abilità, e come tale si può allenare. Ecco come
Costume / Valentina Ferragni: "Soffro di insulinoresistenza. Più grave del previsto"
Salute / Il sottile confine tra un amore infelice e la Dipendenza Affettiva
Cucina / Roma eletta città più “vegan-friendly” d’Italia
Salute / Cosa sappiamo per certo (e cosa ancora non sappiamo) sul vaccino AstraZeneca
Salute / I danni collaterali del Covid: così il lockdown danneggia l’udito (anche dei giovanissimi)
Salute / Il vaccino Pfizer/BioNTech? È “nato a colazione”. In un mese era pronto
Costume / “Come Meghan Markle ha cambiato il modo in cui parliamo di suicidio”
Milano / Riforma della Sanità lombarda: così i “saggi” di Fontana si spaccano sul rapporto con i privati
Salute / Covid e disturbi dell’udito: è tempo di ascoltare chi non può sentire