Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Scienza

Perché WhatsApp sarà presto vietato ai minori di 16 anni

Immagine di copertina
Il popolare servizio di messaggistica WhatsApp sarà presto vietato ai minori di 16 anni in tutta l'Unione europea. 

Il cambiamento delle regole arriva in prossimità dell'introduzione di nuove norme sulla privacy dell'Ue che saranno introdotte a maggio, il cosiddetto GDPR, il regolamento generale sulla protezione dei dati

Il popolare servizio di messaggistica WhatsApp sarà presto vietato ai minori di 16 anni in tutta l’Unione europea.

Attualmente gli utenti devono avere almeno 13 anni per poter accedere al servizio, ma l’azienda sta cambiando le regole prima dell’introduzione di nuove norme sulla privacy dell’Ue che saranno introdotte a maggio, il cosiddetto GDPR, il regolamento generale sulla protezione dei dati.

L’app, che è di proprietà di Facebook, chiederà agli utenti di confermare la loro età quando viene richiesto di accettare nuovi termini di servizio nelle prossime settimane.

Non ha specificato in che modo verrà applicato e controllato il limite di età.

Al momento, WhatsApp non chiede agli utenti della loro età quando aderiscono, né fa riferimenti incrociati sui loro account Facebook o Instagram per scoprirlo.

Circa un terzo di tutti i giovani di età compresa tra i 12 e i 15 anni con sede nel Regno Unito attivi sui social media usa WhatsApp, secondo un rapporto del 2017.

Questo lo ha reso il quinto social network più popolare dopo Facebook, Snapchat, Instagram e YouTube.

Il regolamento generale sulla protezione dei dati dell’Ue che entrerà in vigore il prossimo 25 maggio, darà ai cittadini europei un controllo molto maggiore sul modo in cui le aziende utilizzano le loro informazioni.

Sono previste inoltre regole specifiche per proteggere i giovani i cui dati personali vengono elaborati al fine di fornire loro servizi online.

L’app prevede di mantenere il limite di età a 13 anni nel resto del mondo.

La maggior parte delle app di social media, tra cui Snapchat, YouTube, Instagram, Pinterest, Twitter, Musical.ly e Reddit, sono vietate ai minori di 13 anni.

WhatsApp consentirà inoltre a tutti gli utenti di scaricare un rapporto che specifica nel dettaglio i dati che possiede su ciascun utente.

Che cos’è il GDPR

Il cosiddetto GDPR è la più grande revisione della privacy online sin dalla nascita di Internet, che darà ai cittadini europei il diritto di sapere quali dati sono memorizzati su di essi e tutelerà il diritto di vederli cancellati.

Il regolamento generale sulla protezione dei dati (General Data Protection Regulation- Regolamento UE 2016/679) è un regolamento con il quale la Commissione europea vuole rafforzare e rendere più omogenea la protezione dei dati personali di cittadini sia all’interno che all’esterno dei confini dell’Unione europea.

Il testo, pubblicato su Gazzetta Ufficiale Europea il 4 maggio 2016 ed entrato in vigore il 25 maggio dello stesso anno, inizierà ad avere efficacia il 25 maggio 2018.

Il nuovo regolamento in materia dei dati personali conferisce ai regolatori il potere di multare le multinazionali fino al 4 per cento del loro fatturato globale o 20 milioni di euro se non rispetteranno  i severi requisiti di protezione dei dati.

Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Scienza / “Uno spunto in più sulle sigarette elettroniche”: la lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia)
Cronaca / Il Nobel per la Chimica va al tedesco Benjamin List e al britannico David MacMillan, “ingegneri” delle molecole
Cronaca / Nobel per la fisica, Parisi dopo la vittoria: “Sul clima agire con urgenza”
Cronaca / L’italiano Giorgio Parisi ha vinto il premio Nobel per la fisica
Scienza / Chi sono David Julius e Ardem Patapoutian, premi Nobel per la Medicina
Ambiente / Coltivare la carne? E’ possibile e lo stanno già facendo
Cronaca / Il premio Nobel per la Medicina va agli americani Julius e Patapoutian per le loro scoperte sui recettori del tatto