Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Scienza

Le notifiche push del telefono hanno un effetto negativo sulla salute mentale

Immagine di copertina
Le notifiche push sono avvisi che le app inviano anche se non si sta utilizzando l'applicazione.

Arrivano a qualsiasi momento del giorno: basta che lo smartphone sia collegato a internet

Le notifiche push sono avvisi che le app inviano allo smartphone anche se non si sta utilizzando l’applicazione. Possono essere molto utili per ricevere e-mail a cui è necessario rispondere il prima possibile o per essere sempre al passo con le ultime breaking news, ma diversi studi hanno mostrato che fanno male alla nostra salute mentale.

Una ricerca condotta dalla Florida State University, “The Attentional Cost of Receiving a Cell Notification,” pubblicato nel Journal of Experimental Psychology: Human Perception and Performance mostra, innanzitutto, che ricevere notifiche push ha un effetto deleterio sulla nostra spanna d’attenzione e, di conseguenza, sulla nostra produttività.

La distrazione causata da una semplice notifica, con la vibrazione o il suono che l’accompagna, distrae quanto ricevere una chiamata o mandare un messaggio, secondo lo studio.

“Anche se in genere queste notifiche durano poco, provocano spesso pensieri irrilevanti al lavoro che si sta svolgendo e viaggi mentali, che di conseguenza rallentano le prestazioni sul posto di lavoro”, scrivono i ricercatori nel loro studio.

“Le notifiche ricevute sul cellulare, da sole, distruggono seriamente la concentrazione sui compiti impegnativi, anche quando i partecipanti non interagiscono direttamente con il cellullare mentre svolgono il compito”.

Un altro paper del Future Work Centre, una compagnia britannica che usa la ricerca psicologica per aiutare le imprese a migliorare la vita dei propri dipendenti, ha rivelato che le notifiche push sono una grande fonte di stress.

Questo è vero in particolare per le e-mail di lavoro inviate al di fuori degli orari lavorativi: la compagnia, basata a Londra, le ha paragonate a una lama a doppio taglio. Da una parte, infatti, queste notifiche sono un utile mezzo di comunicazione, ma dall’altra aumentano in modo significativo i livelli di tensione e preoccupazione nei dipendenti.

Future Work Centre consiglia, per diminuire lo stress, di limitare l’uso dell’app su cui si ricevono le mail di lavoro. “Potreste considerare di aprire manualmente l’app e-mail quando volete controllare la vostra posta elettronica e tenerla completamente spenta quando non volete che la vostra vita sia distratta da costanti notifiche”, dicono.

Se pensate che le notifiche push stiano avendo un effetto deleterio sulla vostra salute mentale, insomma, basta andare su “Impostazioni” e disattivarle tutte, o almeno quelle che pensate vi stressino di più.

Esistono anche delle app, come Aloe Bud, che mirano a migliorare la vostra salute mentale inviando notifiche push che vi facciano sentire meglio con voi stessi e vi aiutino a ricordare di fare delle cose importanti per il vostro benessere – come bere abbastanza acqua o fare esercizio.

Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Scienza / “Uno spunto in più sulle sigarette elettroniche”: la lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia)
Cronaca / Il Nobel per la Chimica va al tedesco Benjamin List e al britannico David MacMillan, “ingegneri” delle molecole
Cronaca / Nobel per la fisica, Parisi dopo la vittoria: “Sul clima agire con urgenza”
Cronaca / L’italiano Giorgio Parisi ha vinto il premio Nobel per la fisica
Scienza / Chi sono David Julius e Ardem Patapoutian, premi Nobel per la Medicina
Ambiente / Coltivare la carne? E’ possibile e lo stanno già facendo
Cronaca / Il premio Nobel per la Medicina va agli americani Julius e Patapoutian per le loro scoperte sui recettori del tatto