Me

La Nasa apre la Stazione spaziale internazionale ai privati

Di Futura D'Aprile
Pubblicato il 8 Giu. 2019 alle 19:13
Immagine di copertina

A partire dal 2020 anche i privati cittadini potranno vivere l’emozione di mettere piede sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

Trump attacca la Nasa, ma incappa in una gaffe che fa il giro del mondo

L’obiettivo della Nasa è di trovare nuovi fondi da destinare allo sviluppo delle attività commerciali nel campo delle esplorazioni spaziali e per le altre attività di ricerca che l’ente conduce.

Non è ancora chiaro cosa i privati potranno fare una volta sulla Stazione: per ora la Nasa ha fatto sapere che ciò sarà deciso ogni volta a seconda dello specifico caso, ma di certo chi potrà permettersi questa esperienza potrà vivere alcuni giorni sulla ISS ed effettuare riprese per film o attività pubblicitarie e turistiche.

A prendersi cura dei “visitatori” e del loro tour sarà unicamente la Nasa, che dovrà anche accertarsi che i turisti non interferiscano con le attività di ricerche che le altre agenzie internazionali svolgono nella Stazione.

La base infatti è gestita anche dall’agenzia spaziale russa Roscosmos, dalla europea ESA, dalla giapponese JAXA e dalla canadese CSA-ASC.

Ma come si raggiunge una Stazione spaziale? La ISS si trova a 450 chilometri di altezza e ci si può arrivare solo ricorrendo a lanci spaziali ben poco economici. Non a caso il costo del viaggio si aggira intono ai 10 milioni di dollari.

Senza contare le spese per soggiornare nella Stazione.

Il tour – Secondo quanto riferito dalla Nasa, i turisti potranno rimanere in orbita massimo 30 giorni e ogni turista deve pagare per tutto ciò che riceve per vivere nella Stazione.

In media la spesa dovrebbe aggirarsi intorno ai 30mila dollari al giorno, che comprendono il costo deo sistemi di supporto alla vita, il cibo, medicinali e servizi di comunicazione con la Terra. A parte invece la “bolletta elettrica”, che dovrebbe avere una tariffa di 42 dollari per kilowattora.

Il turista di turno tra l’altro non potrà portare con sé tutto ciò che vuole: la NASA ha stabilito un massimo di 175 chilogrammi all’anno.

Ultimo dettaglio: ogni anno saranno autorizzati un massimo di due viaggi privati verso la ISS.