Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 08:39
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Scienza

iPhone 2019: le prime anticipazioni sui prossimi smartphone Apple

Immagine di copertina

Iniziano a sopraggiungere rumors a proposito dei prossimi cellulari della mela morsicata. Scopriamo tutte le info in anteprima

Gli iPhone 2019 scaldano già i motori in vista di un lungo cammino che porterà alla prossima generazione. Nemmeno il tempo di riprendersi dalla presentazione – non proprio soddisfacente – dei nuovi iPhone che arrivano già le prime voci sui nuovi melafonini.

Il primo rumor degno di nota è appena sopraggiunto e riguarda la scocca che sarà completamente waterproof così come già la generazione attuale. Una conferma più che gradita da pubblico e critica. Cosa attenderci dai nuovi smartphone Apple?

Con l’ufficialità dei nuovi cellulari Apple, che sono stati svelati lo scorso settembre, la società della mela morsicata ha dimostrato in modo definitivo di essere passata dall’innovare a inseguire i rivali. Sono stati tre gli smartphone ufficializzati come il (non) economico iPhone XR, il modello standard iPhone XS e quello più abbondante iPhone XS Max. Tutte le info sugli iPhone 2018 qui.

Secondo alcune voci che arrivano da oltreoceano, non dovrebbero essere tre ma quattro i modelli, andando a proporre due iPhone più compatti e due più abbondanti. Ma è più verosimile considerare che continuino a essercene tre. Uno sarà più semplice e con un prezzo più basso; uno standard e uno più generoso in diagonale.

La base sarà il SoC ossia il processore con tutti i componenti fondamentali che dovrebbe essere la nuova generazione Apple A13 con più dedizione all’intelligenza artificiale e all’ottimizzazione dei consumi energetici. La ram dovrebbe rimanere immutata così come i tagli di memoria attuali da 64 fino a 512GB. Naturalmente, non espandibili.

La fotocamera dovrebbe essere doppia per tutti e tre i modelli, con la possibilità che i due più evoluti supportino tre sensori: uno principale, uno zoom e uno per la profondità. La batteria dovrebbe aumentare in modo sensibile la capacità. Scontato immaginare che il sistema operativo sarà iOS 13.

Non resta che attendere ulteriori informazioni che di sicuro arriveranno copiosamente nelle prossime settimane e mesi.

Ti potrebbe interessare
Scienza / Azienda americana promette di ripopolare la Siberia di mammut
Scienza / Rinoceronti volanti e orgasmi che sbloccano il naso: chi ha vinto gli Ig Nobel, i premi per gli studi più bizzarri
Scienza / I trapianti di organi crollati del 30% a causa della pandemia
Ti potrebbe interessare
Scienza / Azienda americana promette di ripopolare la Siberia di mammut
Scienza / Rinoceronti volanti e orgasmi che sbloccano il naso: chi ha vinto gli Ig Nobel, i premi per gli studi più bizzarri
Scienza / I trapianti di organi crollati del 30% a causa della pandemia
Scienza / L’inquinamento atmosferico aumenta il rischio di sviluppare gravi forme di malattie mentali: lo studio
Scienza / La crisi climatica rende fino a 9 volte più probabili le inondazioni che hanno devastato la Germania
Esteri / Tutto quello che (non) sappiamo sulla terza dose
Scienza / Risposte alla scienza vecchia della senatrice Cattaneo (di Piero Bevilacqua)
Scienza / Studio italiano scopre come il virus attacca tutto l'organismo
Scienza / Vaccini, lo studio su Pfizer e Moderna: “Ecco per quanto tempo proteggono dal Covid”
Scienza / Come reagisce il nostro cervello a smart working e didattica a distanza: lo studio