Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 09:36
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Scienza

Presto su Facebook vedremo meno notizie e più post dei nostri amici

Immagine di copertina

Mark Zuckerberg vuole cambiare l'algoritmo del News Feed per dare priorità alle "interazioni sociali significative"

Il 12 gennaio 2018 Mark Zuckerberg ha annunciato sul suo profilo Facebook l’intento di modificare radicalmente l’algoritmo del sito, in modo che mostri più post personali e meno contenuti provenienti da pagine di aziende, brand e media.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il News Feed di Facebook, cioè l’ordine in cui i post appaiono agli utenti sulla home del sito, si basa su un elaborato calcolo che considera numerosi fattori, tra cui il numero di reazioni e condivisioni ricevute. Nel suo post però Zuckerberg dice che questo meccanismo sembra non piacere più agli utenti:

“Abbiamo costruito Facebook per aiutare le persone a restare connesse, ma la comunità ci ha detto che i contenuti pubblici stanno affollando la home, nascondendo i contenuti personali.”

Dal 15 al 26 gennaio partecipa al TPI Journalism Workshop con i migliori giornalisti italiani. Scopri come

Grazie alle modifiche, la priorità assoluta sarà data ai contenuti degli amici e a tutto ciò che può creare “interazioni sociali significative”. Anche i post delle pagine dunque appariranno a seconda del livello di interazione che sono in grado di creare.

Zuckerberg non ha però specificato su che cosa esattamente si baserà questa valutazione: le notizie mostrate potrebbero essere quelle che creano più dibattito o anche semplicemente quelle condivise in gruppi molto attivi.

Questo potrebbe avere un’influenza molto forte sul modo in cui i media confezionano e distribuiscono le notizie sui social: i video live, per esempio, non saranno colpiti dagli effetti negativi del nuovo algoritmo perché creano molte più interazioni, e potrebbero quindi essere utilizzati sempre di più al posto di altri contenuti.

Secondo il CEO di Facebook questa modifica porterà gli utenti a passare meno tempo sul social network, con ricadute negative per la compagnia.

Lo scopo del sito deve però essere non solo quello di essere divertente, ma anche e soprattutto quello di contribuire al benessere delle persone, sulla cui salute ha un impatto diretto.

Per Zuckerberg farci sentire meno soli e più interconnessi ci farà stare meglio, e la modifica avrà quindi effetti positivi a lungo termine per tutta la comunità di Facebook.

L’obiettivo del sito per il 2108 è quindi quello di una radicale modifica, a partire dall’algoritmo per arrivare alla lotta alle fake news. Forse però la via scelta non è la più efficace per raggiungere entrambi gli obiettivi: le notizie false fanno spesso molto scalpore, e potrebbero arrivare ad essere addirittura premiate dal nuovo News Feed.

Gli utenti potranno comunque assicurarsi di vedere sempre i post delle loro pagine preferite selezionando all’opzione “mostra per primo”.

Nota della redazione: a causa di questi cambiamenti apportati da Facebook, se vorrete continuare a leggere le nostre notizie e le nostre storie vi consigliamo di seguirci più spesso direttamente dal sito www.tpi.it

One of our big focus areas for 2018 is making sure the time we all spend on Facebook is time well spent.We built…

Posted by Mark Zuckerberg on Thursday, 11 January 2018

Ti potrebbe interessare
Scienza / Sospendere i brevetti aumenterebbe davvero la produzione di vaccini anti-Covid19?
Scienza / Scienziati in tv: ti hanno reso più e meglio informato sulla pandemia? Rispondi al sondaggio
Scienza / Stanchezza, ansia, fiato corto: cos’è la sindrome post Covid (di V. Vardanega)
Ti potrebbe interessare
Scienza / Sospendere i brevetti aumenterebbe davvero la produzione di vaccini anti-Covid19?
Scienza / Scienziati in tv: ti hanno reso più e meglio informato sulla pandemia? Rispondi al sondaggio
Scienza / Stanchezza, ansia, fiato corto: cos’è la sindrome post Covid (di V. Vardanega)
Scienza / Stanotte lo spettacolo della Superluna rosa: come osservarla in Italia
Scienza / A che ora vedere la Superluna rosa 2021: l’orario per osservarla
Scienza / Superluna rosa, oggi lo spettacolo della prima luna rosa del 2021: quando e come vederla
Scienza / "Prende il volo un sogno", Ingenuity ha compiuto il suo primo storico volo su Marte
Cronaca / "I vaccini anti-Covid pronti in pochi mesi, ma per noi malati anche la Sla è un'emergenza: più velocità sui farmaci"
Scienza / Richeldi a TPI: “Così potremo curare il Covid da casa con un farmaco da 20 euro”
Scienza / Covid, un farmaco per l’asma potrebbe favorire una guarigione più rapida