Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 13:05
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Scienza

46P Wirtanen: ecco la cometa di Natale 2018

Immagine di copertina

46P Wirtanen: a dicembre 2018 arriva la cometa di Natale

46P WIRTANEN – Questa notte, domenica 16 dicembre, osservando il cielo si potrà osservare, anche a occhio nudo, la “cometa di Natale”, 46P Wirtanen.

Il perigeo è previsto per domenica 16 dicembre, quando sarà alla minima distanza dal nostro Pianeta e al massimo della visibilità. La cometa si potrà scorgere accanto all’ammasso delle Pleiadi, qualche ora dopo il tramonto. La condizione ideale per osservarla è lontano dalle luci delle città.

“Anche se questa cometa attualmente ha una magnitudine di circa 12, è bene iniziare a prenderla in considerazione per il fatto che il suo perielio sarà il 12 dicembre prossimo, durante il quale arriverà a toccare la magnitudine di circa 5, prendendosi a tutti gli effetti l’appellativo di cometa di Natale. Anche se attualmente è molto bassa sull’orizzonte (nella costellazione della Fornace), già a fine ottobre inizierà il suo lento ma inesorabile aumento di declinazione e di magnitudine che sarà di circa 8.5” scrive l’Unione Astrofili Italiani (Uai).

Stiamo parlando di 46P/Wirtanen: passerà a ‘soli’ 11,5 milioni di chilometri dalla Terra ed è già stata fotografata, grazie a un telescopio robotico piazzato in Australia.

46P Wirtanen: dove e quando la vedremo

“Per osservarla ho dovuto usare un telescopio dell’emisfero australe, perché la cometa è quasi invisibile. Al momento per essere fotografata dall’emisfero Nord. Si trova infatti molto bassa sull’orizzonte, nella costellazione della Fornace” ha spiegato all’Ansa l’autore dello scatto Rolando Ligustri dell’Uai.

La cometa è relativamente giovane – scrive sempre l’Ansa – è stata scoperta nel 1948 dall’astronomo Carl A. Wirtanen – di cui porta il nome – e ha un periodo di cinque anni, cioè ogni cinque anni si avvicina al sole, rendendosi visibile con la sua caratteristica chioma. Per Ligustri, “già da fine ottobre si sta muovendo verso il nostro emisfero e ha iniziato il suo lento ma inesorabile aumento di magnitudine”, sarà cioè sempre più visibile e brillante.

Il 16 dicembre raggiungerà il punto più vicino al sole: “Basterà un piccolo binocolo per osservare 46P/Wirtanen. Si suppone che la cometa avrà una chioma di quasi un grado: apparirà grande due volte la luna”.

Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposte alla scienza vecchia della senatrice Cattaneo (di Piero Bevilacqua)
Scienza / Studio italiano scopre come il virus attacca tutto l'organismo
Scienza / Vaccini, lo studio su Pfizer e Moderna: “Ecco per quanto tempo proteggono dal Covid”
Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposte alla scienza vecchia della senatrice Cattaneo (di Piero Bevilacqua)
Scienza / Studio italiano scopre come il virus attacca tutto l'organismo
Scienza / Vaccini, lo studio su Pfizer e Moderna: “Ecco per quanto tempo proteggono dal Covid”
Scienza / Come reagisce il nostro cervello a smart working e didattica a distanza: lo studio
Scienza / Superluna di fragola, oggi 24 giugno 2021: quando e come vederla, orario, diretta streaming
Scienza / Bozza rapporto Onu sul clima: impatto riscaldamento climatico arriverà prima di quanto temuto
Cronaca / Rimosse due vertebre, raddrizzata schiena curva di 100 gradi: l’intervento senza precedenti a Bologna
Scienza / Il misterioso pesce sopravvissuto ai dinosauri che può vivere 100 anni
Scienza / Anche nei vaccini le donne sono discriminate: quando la medicina non considera il sesso
Scienza / Superluna di sangue, oggi lo spettacolo dell’eclissi totale: quando e come vederla