Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:30
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Scienza

I backup di WhatsApp più vecchi di un anno dal 12 novembre saranno cancellati per sempre

Immagine di copertina

Come conseguenza collaterale dell'accordo tra l'app e Google, che offrirà spazio illimitato gratuito per i salvataggi, ecco come fare

È consigliabile effettuare il backup di WhatsApp – se non si è completato di recente – entro il prossimo 12 novembre 2018. Questa data infatti segnerà un cambiamento significativo del servizio di salvataggio dei contenuti su Google Drive.

Un cambiamento positivo, sia chiaro, che però potrebbe andare a eliminare completamente tutto ciò che non si è messo al sicuro in precedenza. Dunque, è meglio prepararsi per tempo. Ecco come fare.

Backup di WhatsApp senza limiti su Google Drive – La novità è presto detta, WhatsApp e Google hanno trovato un accordo per eliminare dal conteggio dei gigabyte gratuiti (15) su Google Drive i backup di WhatsApp.

Questo significa che tutte le foto, i video, le conversazioni e gli altri documenti che si vogliono salvare sulle nuvole del servizio di Mountain View non andranno a scalare il totale free.

Una notizia certamente positiva, soprattutto visto la quantità di contenuti multimediali che ci si scambia ogni giorno e che si vuole verosimilmente tenere al sicuro.

Tuttavia, per esigenze di spazio e costi, tutti i backup che non saranno aggiornati per più di un anno saranno irrimediabilmente eliminati in automatico da Google Drive. E la data in cui questo countdown partirà sarà il prossimo 12 novembre, appunto.

Schermata Backup di Whatsapp

Come controllare il backup di WhatsApp – Di conseguenza, è più consigliabile andare a controllare quando è stato effettuato. l’ultimo backup la procedura è molto semplice.

Basta infatti aprire l’applicazione, cliccare sui tre puntini in alto a destra che portano al menu interno, scegliere impostazioni, Chat, infine Backup delle chat. Apparirà una schermata informativa che ci dirà quando è stato avvenuto l’ultimo backup di WhatsApp.

Sapremo anche qual è l’entità dei dati che sono stati salvati su Google. In questo caso, se il backup è antecedente al 12 novembre 2018 consigliamo di cliccare subito su Esegui il backup.

A meno che non si abbia un offerta dati molto generosa consigliamo di effettuare questa procedura solamente collegati a una rete WiFi.

Impostare i backup di WhatsApp automatici – Per liberarsi da ogni pensiero e preoccupazione basta guardare la schermata verso il basso (vedi screenshot) per andare a impostare un backup mensile oppure anche settimanale, scegliere se effettuarlo solo WiFi o anche col traffico dati e selezionare il proprio account di Google Drive.

Backup di Whatsapp schermata

Perché non avviene il backup di WhatsApp – Può accadere che WhatsApp tenti di effettuare un backup durante la notte (ad esempio le 4 di mattina) quando il telefono potrebbe essere spento oppure non collegato alla rete.

Consigliamo di eseguire manualmente il backup e successivamente di controllare regolarmente se questi salvataggi vengono o meno effettuati. Per controllare quanto spazio Google Drive abbiamo a disposizione su Google Drive basta andare sul sito ufficiale e cliccare su Copia di backup scegliendo poi quella di WhatsApp.

Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Ti potrebbe interessare
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Scienza / “Uno spunto in più sulle sigarette elettroniche”: la lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia)
Cronaca / Il Nobel per la Chimica va al tedesco Benjamin List e al britannico David MacMillan, “ingegneri” delle molecole
Cronaca / Nobel per la fisica, Parisi dopo la vittoria: “Sul clima agire con urgenza”
Cronaca / L’italiano Giorgio Parisi ha vinto il premio Nobel per la fisica
Scienza / Chi sono David Julius e Ardem Patapoutian, premi Nobel per la Medicina
Ambiente / Coltivare la carne? E’ possibile e lo stanno già facendo
Cronaca / Il premio Nobel per la Medicina va agli americani Julius e Patapoutian per le loro scoperte sui recettori del tatto