Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 00:02
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Scienza

Un enorme asteroide sarà visibile dalla Terra nella notte dell’ 1 settembre

Immagine di copertina

Il corpo celeste dal diametro di 4,3 chilometri è il più grande a passare così vicino al nostro pianeta dalla fine dell'Ottocento

Nella notte tra il 31 agosto e il primo settembre, sarà possibile osservare il transito, a sette milioni di chilometri dalla Terra, dell’asteroide Florence 3122, il corpo celeste più grande a passare vicino al nostro pianeta dalla fine dell’Ottocento a oggi.

L’asteroide infatti è grande 4,3 chilometri di diametro, e passerà a poco meno di sette milioni di chilometri dal nostro pianeta, circa 18 volte la distanza tra la Terra e la Luna. Vista la distanza prevista, non ci sarà alcun rischio per la Terra, precisa la Nasa.

Come riporta l’Ansa, il direttore del Centro per lo studio dei Near-Earth Object (CNEOS) della Nasa al Jet Propulsion Laboratory di Pasadena ha spiegato che “anche se molti asteroidi noti sono passati più vicino di quanto farà Florence, tutti sono di dimensioni minori. Florence è il più grande asteroide a passare così vicino al nostro pianeta, da quando è iniziato il programma della Nasa per rilevare e tracciare questi oggetti”.

Sarà possibile osservare il corpo celeste sia con il telescopio (o un semplice binocolo) sia in diretta su web, al Virtual Telescope che trasmetterà in streaming il transito a partire dalle 21.30 del 31 agosto.

Quello di settembre è il passaggio più ravvicinato dell’asteroide dal 1890 e lo rimarrà fino a dopo il 2500.

L’asteroide è stato scoperto nel marzo del 1981 dall’astronomo statunitense Schelte Bus all’osservatorio Siding Spring in Australia, e deve il suo nome a Florence Nightingale, la fondatrice dell’infermieristica moderna che si distinse durante la guerra di Crimea.

Di seguito un’immagine di una singola ripresa da 60 secondi, ottenuta in remoto con il telescopio robotico “Elena”, parte del Virtual Telescope. Credit: Gianluca Masi

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Il Nobel per la Chimica va al tedesco Benjamin List e al britannico David MacMillan, “ingegneri” delle molecole
Cronaca / Nobel per la fisica, Parisi dopo la vittoria: “Sul clima agire con urgenza”
Cronaca / L’italiano Giorgio Parisi ha vinto il premio Nobel per la fisica
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Il Nobel per la Chimica va al tedesco Benjamin List e al britannico David MacMillan, “ingegneri” delle molecole
Cronaca / Nobel per la fisica, Parisi dopo la vittoria: “Sul clima agire con urgenza”
Cronaca / L’italiano Giorgio Parisi ha vinto il premio Nobel per la fisica
Scienza / Chi sono David Julius e Ardem Patapoutian, premi Nobel per la Medicina
Ambiente / Coltivare la carne? E’ possibile e lo stanno già facendo
Cronaca / Il premio Nobel per la Medicina va agli americani Julius e Patapoutian per le loro scoperte sui recettori del tatto
Scienza / Azienda americana promette di ripopolare la Siberia di mammut
Scienza / Rinoceronti volanti e orgasmi che sbloccano il naso: chi ha vinto gli Ig Nobel, i premi per gli studi più bizzarri
Scienza / I trapianti di organi crollati del 30% a causa della pandemia
Scienza / L’inquinamento atmosferico aumenta il rischio di sviluppare gravi forme di malattie mentali: lo studio