Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:21
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Scienza

Amazon Alexa: come si elimina la cronologia dei comandi vocali

Immagine di copertina

Alexa, l’assistente vocale di Amazon, ha avuto un boom di vendite a Natale. Si tratta di dispositivi che sfruttano il riconoscimento vocale per rispondere alle richieste ed eseguire azioni tramite la voce.

Per attivare Amazon Echo basta pronunciare il nome “Alexa” e procedere con le richieste. Dalle previsioni del tempo a una ricetta, dalla riproduzione di musica all’attivazione di dispositivi di domotica, come lampadine o prese elettriche. Tutte le richieste fatte ad Alexa rimangono però in memoria. Come fare per cancellare la cronologia?

Il procedimento è semplice. Basta visitare la propria app al menù “Impostazioni”, “account Alexa” e “cronologia”. Da qui è possibile eliminare la cronologia dei comandi vocali.

Amazon consente anche di fare una verifica della propria cronologia: su questa pagina infatti, dopo aver effettuato l’accesso al proprio account Amazon, è possibile visualizzare all’indietro tutti i comandi vocali dati ai propri Echo. La stessa operazione può essere svolta anche sulla app.

Alexa: come funziona

Azionato dalla voce del proprietario, questo strumento permette di eseguire svariate azioni su tutti i dispositivi collegati: riprodurre musica, dare informazioni come notizie, traffico e meteo, impostare promemoria, riprodurre audiolibri, creare elenchi. Alexa inoltre si integra molto bene con i sistemi di domotica: grazie ad essa, nelle Smart home, è possibile controllare vari dispositivi con il solo ausilio della voce.

Alexa è dunque il cervello dietro i dispositivi Amazon Echo, Echo Dot, Echo Plus, Echo Spot. Per far funzionare l’assistente personale, che risiede nel cloud, servono solo una connessione a Internet, l’alimentazione elettrica e la voce. Da precisare, prima di scendere nei dettagli, che i comandi possono essere pronunciati da chiunque sia presente in casa: lo strumento infatti non ha il riconoscimento vocale.

Una delle paure più grandi, quando si utilizzano strumenti del genere, è che l’utente possa in qualche modo perdere la sua privacy. In realtà, però, non è vero: quando non viene attivato, infatti, non c’è pericolo che le persone all’interno di una casa vengano in qualche modo spiate.

> QUI COME ACQUISTARE AMAZON ECHO CON ALEXA
Ti potrebbe interessare
Salute / Strappato alla morte con un duplice trapianto
Scienza / Cina, scoperto un uovo con embrione di dinosauro. Ha 70 milioni di anni
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Ti potrebbe interessare
Salute / Strappato alla morte con un duplice trapianto
Scienza / Cina, scoperto un uovo con embrione di dinosauro. Ha 70 milioni di anni
Scienza / Risposta alla lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia): i prodotti a tabacco riscaldato in Italia
Cronaca / Nuovo studio indica il mercato di Wuhan come probabile origine della pandemia
Scienza / Eclissi lunare oggi 19 novembre 2021: la più lunga da 580 anni
Scienza / “Uno spunto in più sulle sigarette elettroniche”: la lettera di Luigi Godi (Philip Morris Italia)
Cronaca / Il Nobel per la Chimica va al tedesco Benjamin List e al britannico David MacMillan, “ingegneri” delle molecole
Cronaca / Nobel per la fisica, Parisi dopo la vittoria: “Sul clima agire con urgenza”
Cronaca / L’italiano Giorgio Parisi ha vinto il premio Nobel per la fisica
Scienza / Chi sono David Julius e Ardem Patapoutian, premi Nobel per la Medicina