Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:33
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Salute

Spray nasale contro la depressione, arriva il via libera dell’agenzia europea

Immagine di copertina
Foto da Pixabay

L'Ema ha raccomandato l'approvazione dell'esketamina

Spray contro depressione: via libera all’esketamina

Uno spary nasale contro la depressione. Arriva il via libera dell’Europa. Il Comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema) ha raccomandato l’approvazione dell’esketamina, farmaco in spray nasale da usare per il trattamento della depressione grave resistente alle terapie.

Se approvato dalla Commissione Ue, sarà il primo nuovo meccanismo d’azione per il trattamento del disturbo depressivo maggiore negli ultimi 30 anni.

Secondo le indicazioni del Chmp, il farmaco in spray dovrà essere assunto insieme ad un altro antidepressivo in forma orale (un inibitore selettivo della ricaptazione della serotonina o un inibitore selettivo della ricaptazione della serotonina e della norepinefrina). Attualmente circa un terzo dei pazienti non risponde alle terapie disponibili.

I dati di sicurezza ed efficacia emersi in cinque diversi studi hanno dimostrato che il trattamento con esketamina spray nasale, più un antidepressivo orale iniziato ex novo, riduce i sintomi depressivi già dal secondo giorno. Un’efficacia che si è mantenuta nel tempo per la maggior parte dei pazienti e ha ridotto il rischio di ricadute.

La decisione finale entro fine anno

Il parere positivo del Chmp segue l’approvazione della statunitense Food and Drug Administration avvenuta lo scorso marzo. Il trattamento sarà ora riesaminato dalla Commissione Europea, che dovrà decidere se concedere o meno l’autorizzazione all’immissione al commercio in tutta Europa. La sua decisione finale è attesa entro la fine dell’anno.

Ebola, autorizzato in Europa il primo vaccino contro il virus

Ti potrebbe interessare
Salute / L’allarme di Alessandro Maggi, presidente di Assortopedia: ““Questi livelli di assistenza non tutelano le categorie più fragili”
Salute / Oltre l’ottobre rosa: le testimonianze di donne a cui il cancro al seno ha stravolto la vita
Salute / Farmacie online: ecco i prodotti più richiesti sul web
Ti potrebbe interessare
Salute / L’allarme di Alessandro Maggi, presidente di Assortopedia: ““Questi livelli di assistenza non tutelano le categorie più fragili”
Salute / Oltre l’ottobre rosa: le testimonianze di donne a cui il cancro al seno ha stravolto la vita
Salute / Farmacie online: ecco i prodotti più richiesti sul web
Salute / 24 milioni: gli italiani con il mal di pancia sono di gran lunga il primo partito
Salute / Gli integratori per te li suggerisce un’Intelligenza Artificiale
Interviste / Per fare un albero, ci vuole il seme. Per la sanità calabrese, una donna
Ambiente / Coltivare la carne? E’ possibile e lo stanno già facendo
Salute / Pillola anti-Covid, Merck: “Dimezza il rischio di ospedalizzazione e morte”
Salute / Sandro Lombardi, presidente Anifa “È tempo di ricominciare a prendersi cura del proprio udito”
Salute / I cani allungano la vita ai loro compagni