Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 20:01
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Salute

I “killer” del collagene

Immagine di copertina

Cosa evitare per avere pelle e capelli più sani

Il collagene, proteina “collante” che tiene insieme il nostro corpo, come molti sanno è anche un fondamentale agente anti-aging. La produzione di questa proteina essenziale per la vita, però, rallenta sempre più; tant’è vero che a quarant’anni hai già consumato un terzo delle tue scorte di collagene.

Rughe profonde, rilassamento cutaneo, un viso spento, articolazioni doloranti e capelli sempre più radi sono solo i primi sintomi di una carenza di collagene. Certo, è un processo fisiologico naturale, e quindi non ti deve preoccupare più di tanto, però è inutile negare che questi sono tutti segni del tempo di cui faremmo sicuramente a meno.

Sebbene infatti sia un processo naturale, con l’avanzare dell’età notare solo alcuni di questi cambiamenti può abbassare notevolmente la tua autostima o la qualità della tua vita. Soprattutto quando inizi a notare i segni dell’invecchiamento molto prima dei tuoi coetanei.

Cosa comporta una carenza di collagene?

Un deficit di collagene ha molte conseguenze spiacevoli, come:

  • rughe,
  • rilassamento cutaneo,
  • pelle cadente,
  • parete intestinale permeabile,
  • articolazioni doloranti,
  • capelli sempre più radi e unghie fragili.

Ovviamente la consapevolezza di questa carenza crea un senso di frustrazione e impotenza. Ma la natura ha sempre un suo perché, ed è per questo che spesso siamo noi a dover cambiare punto di vista. Infatti, un aspetto spesso trascurato è che l’età non è l’unico fattore ad influire sul tuo aspetto e sul tuo benessere.

L’invecchiamento precoce

Infatti ci sono altri elementi che incidono molto di più sull’invecchiare più velocemente; elementi che non dipendono dall’inevitabile processo d’invecchiamento a cui dobbiamo rassegnarci, ma piuttosto che dipendono molto dal nostro stile di vita. Un’ottima notizia, visto che puoi influenzare questi fattori in maniera diretta e consapevole, per esempio con l’alimentazione e l’attività fisica.

La struttura del collagene è composta da aminoacidi, che assumiamo con il cibo. Cattive abitudini come mangiare troppi zuccheri, fumare, bere alcolici, non allenarsi, prendere troppo sole, ecc. rallentano la produzione di collagene.

Per questo motivo è importante evitare questi fattori pericolosi se vuoi sentirti di nuovo sicura/o, giovane (sia nel corpo che nella mente) e tornare di nuovo in forma. La strategia vincente è semplice: un’alimentazione sana, meno stress, un aumento dell’attività fisica e di attività di interesse personale (come un hobby).

Quindi quali sono i killer del collagene?

Per quanto riguarda l’alimentazione, devi fare attenzione a pane, patatine fritte, pizza, pasta, vari sciroppi (d’acero, di mais…), dolci, bevande zuccherate e gassate, dolcetti vari e prodotti da fast food.

Ricorda che questi cibi, insieme a fattori di stress quotidiano, creano pericolose tensioni alla struttura del collagene. E proprio come qualsiasi catena, il collagene sotto una pressione eccessiva si allenta o si rompe e perde così la sua eccezionale forza e funzionalità.

La sindrome dell’intestino permeabile, per esempio, è un grosso problema con cui fanno i conti sempre più persone. Visto che l’intestino non riesce a svolgere una delle sue funzioni principali in modo efficace, succede che lascia entrare nel tuo sangue molte sostanze nocive. Forse nemmeno ce ne accorgiamo, ma ci ritroviamo a fare i conti con diversi problemi, di cui poi nemmeno conosciamo l’origine. E così facendo stressiamo ulteriormente il nostro organismo.

I fattori che soffocano il collagene

Stanchezza, sbalzi di umore, problemi di concentrazione, eruzioni cutanee, acne e altri problemi ci mettono di malumore. Questo perché il nostro sistema immunitario non funziona come dovrebbe. Infatti, come la pelle, i capelli, le unghie e le articolazioni, la parete intestinale è composta in gran parte da collagene.

Altri elementi dannosi per il nostro prezioso collagene sono:

  • disturbi del sonno,
  • l’assunzione di troppi zuccheri semplici,
  • alti livelli dell’ormone dello stress (cortisolo) – causa dello stile di vita moderno,
  • una prolungata esposizione al sole,
  • l’assunzione di pochi antiossidanti,
  • una vita sedentaria e poca attività fisica,
  • una flora intestinale non più in equilibrio,
  • una carenza di vitamina C e di zinco,
  • un’inondazione di radicali liberi.

Per stimolare ed aiutare la produzione di collagene, dobbiamo cercare di evitare con cura tutti questi fattori, in quanto vale la pena fare qualche sacrificio per questo elemento troppo prezioso per essere trascurato.

Non dimenticare che il collagene ti offre sostegno e forma, rappresenta la maggior parte della pelle, della cartilagine delle articolazioni e di molti altri tessuti, asseconda una sana crescita di capelli e unghie, influenza la salute del nostro intestino e rende la nostra pelle elastica.

Per ulteriori informazioni sul collagene visita la pagina https://www.corpoperfetto.com/collagene/ del portale Corpo Perfetto.

Ti potrebbe interessare
Salute / Ascolta e impara. Le nuove frontiere delle protesi acustiche
Salute / Variante Delta, studi scientifici: “Ecco quanto sono efficaci i vaccini Pfizer e AstraZeneca”
Salute / Influenza stagionale, l’andamento epidemiologico e virologico 2021
Ti potrebbe interessare
Salute / Ascolta e impara. Le nuove frontiere delle protesi acustiche
Salute / Variante Delta, studi scientifici: “Ecco quanto sono efficaci i vaccini Pfizer e AstraZeneca”
Salute / Influenza stagionale, l’andamento epidemiologico e virologico 2021
Salute / Multicomfort domestico: quanto è importante e come ottenerlo
Salute / Assosubamed e Confindustria Dispositivi Medici contro il nuovo regolamento europeo MDR
Salute / ReWriters abbatte i confini del concetto di genere con un nuovo numero tutto dedicato alla salute
Salute / Stanchezza mentale, quali rimedi?
Costume / La felicità è un’abilità, e come tale si può allenare. Ecco come
Costume / Valentina Ferragni: "Soffro di insulinoresistenza. Più grave del previsto"
Salute / Il sottile confine tra un amore infelice e la Dipendenza Affettiva