Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 06:44
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Salute

Coronavirus, l’Associazione Salvagente offre supporto psicologico gratuito via web a medici di tutta Italia

Immagine di copertina

Coronavirus, l’Associazione Salvagente offre supporto psicologico gratuito via web a medici di tutta Italia

Mancano respiratori, mascherine, guanti, posti letto e manca personale sano e qualificato per far fronte all’emergenza Coronavirus. Medici, infermieri e operatori sanitari sono allo stremo. Alcuni di loro, dopo tre settimane, cominciano a crollare. Sul loro volto si leggono i segni della stanchezza fisica ma anche quelli della paura: paura che gli sforzi e i mezzi a disposizione non siano sufficienti per curare tutti, paura di non riuscire a preservare se stessi e i propri famigliari dal contagio, paura che questa pandemia possa durare mesi.

Per evitare, o almeno scongiurare, il rischio che tutti loro esauriscano le risorse fisiche, psichiche ed emotive assai prima che queste possano essere ripristinate, l’associazione Salvagente Italia mette a disposizione un servizio psicologico gratuito via web. I medici, gli infermieri, i soccorritori, i tecnici di centrale e gli operatori di ogni provincia italiana, da nord a sud, possono contattare in maniera anonima l’associazione, ed avere – entro 24 ore – un colloquio gratuito tramite skype e whatsapp con uno psicoterapeuta. Il numero di telefono è 3440691479; la mail serviziopsicologia@salvagenteitalia.org .

Gli psicologi e gli psicoterapeuti che volessero rendersi disponibili possono contattare l’associazione allo stesso numero di telefono e mail. “Pensiamo – spiega Mirko Damasco, presidente di Salvagente- che sia fondamentale prendersi cura di chi cura. Non solo per preservare la tenuta psicofisica degli operatori, ma anche perché siamo convinti che se i medici e gli infermieri stanno bene, anche psicologicamente, questo possa aiutarli a prendere decisioni in modo più consapevole e a preservarli dal rischio di burnout”.

A cura di Sabina Pignataro

Leggi anche:

1. Coronavirus, la Germania invierà un milione di mascherine all’Italia / 2. Coronavirus, la seconda fuga degli irresponsabili da Nord a Sud: in centinaia nella stazione di Milano

Ti potrebbe interessare
Salute / Tornano le domeniche di prevenzione di Nonno Ascoltami! nelle piazze italiane
Salute / “I vaccini non generano varianti virali”, la Federazione italiana dei medici sfata la fake news
Salute / Allarme di Alessandro Berti: “Chiediamo inclusione sociale, rispetto della persona”
Ti potrebbe interessare
Salute / Tornano le domeniche di prevenzione di Nonno Ascoltami! nelle piazze italiane
Salute / “I vaccini non generano varianti virali”, la Federazione italiana dei medici sfata la fake news
Salute / Allarme di Alessandro Berti: “Chiediamo inclusione sociale, rispetto della persona”
Salute / Scopri le grandi proprietà dell’avocado per la tua pelle
Cucina / Il caffè: un beneficio in tazza
Salute / Menzietti (ANA): “Il modello italiano di prevenzione per ipoacusici è un’eccellenza, deve restare tale”
Salute / “Ecco quali sono i benefici secondari di Pfizer e Moderna”: lo studio Usa
Salute / Il paradosso dei dispositivi medici ‘su misura’ per persone con disabilità
Cronaca / Rimosse due vertebre, raddrizzata schiena curva di 100 gradi: l’intervento senza precedenti a Bologna
Salute / Ascolta e impara. Le nuove frontiere delle protesi acustiche