Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 07:32
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Zingaretti da Barbara D’Urso: “Le mie dimissioni sono irrevocabili. Populismo si combatte senza puzza sotto al naso”

Immagine di copertina

Aveva fatto molto scalpore nei giorni scorsi il tweet di endorsement da parte di Nicola Zingaretti nei confronti di Barbara d’Urso, il cui programma domenicale Live Non è la d’Urso chiuderà i battenti in anticipo dopo gli ascolti non esaltanti registrati in questa stagione. Nel frattempo è successo un po’ di tutto, con le dimissioni dello stesso Zingaretti da segretario del Pd che hanno inevitabilmente provocato un terremoto politico all’interno dei democratici.

Ieri, 7 marzo, il presidente del Lazio è stato ospite in collegamento da Roma proprio con Barbarella a Live. “Perché ti sei dimesso?”, ha chiesto la conduttrice, dando del tu come fa con tutti i politici. “Il mio è un atto d’amore per un partito che deve ritrovare una dimensione umana”, ha risposto Zingaretti, ribadendo che le sue sono dimissioni irrevocabili. “Il Pd non è un partito del leader, ha tante risorse. Io sono qui, non scompaio, combatterò con le mie idee. Non drammatizziamo. Ho fatto un atto che rivendico, una scossa per dire alla mia comunità di essere più vicini alla vita degli italiani. La mia non è distanza ma passione, per dire ributtiamoci anima e corpo per dare una mano all’Italia, al Paese che amiamo”. Zinga c’è, dunque, ma niente passi indietro.

Inevitabile poi il riferimento alle tante polemiche per il tweet di sostegno alla conduttrice di Canale 5. “Questa è una bella trasmissione popolare che permette ai leader politici di parlare alla gente. Il populismo si combatte facendo politica in modo popolare, senza la puzza sotto il naso”. Zingaretti non rinnega nulla, e anzi decide di andare ospite proprio di quella trasmissione che aveva elogiato sui social, attirandosi ironie e numerose critiche. “Tu sei stata messa in mezzo da un modo sbagliato di fare politica”, aggiunge ancora Zingaretti rivolgendosi alla d’Urso. Infine, sull’ipotesi di fare il sindaco di Roma risponde: “Non è questo il mio pensiero e assolutamente il mio obiettivo”.

“In un programma che tratta argomenti molto diversi tra loro hai portato la voce della politica vicino alle persone. Ce n’è bisogno!”, scriveva il segretario Pd nel tweet della discordia. La scorsa settimana, la presentatrice aveva difeso il leader dem dagli attacchi ricevuti, ringraziandolo per l’endorsement: “È stata una settimana surreale e anche abbastanza divertente. Mi sono ritrovata all’interno di un vero e proprio dibattito politico, che è stato sulle prime pagine di tutti i giornali e nelle trasmissioni più autorevoli”, aggiunse ringraziando Zingaretti e rivendicando il suo metodo di lavoro. “Sono orgogliosa di fare in modo che i politici parlino il linguaggio della gente e che possano rivolgersi a una platea così vasta e familiare come quella della prima serata di Canale 5. Io parlo di politica, è vero. Parlo di violenza sulle donne, parlo di omofobia, parlo di diritti civili, parlo delle telecamere all’interno degli asili e delle strutture per gli anziani per proteggerli. Lo faccio in maniera popolare, è il mio modo. Sapete perché lo faccio così? Perché credo che questi temi così difficili debbano entrare nelle case ed essere ascoltati dalla gente”.

Leggi anche: La grande sfida Dem tra Zingaretti e Bonaccini passa per Barbara D’Urso

Ti potrebbe interessare
Politica / "Bertolaso vice di Calenda? Forza Italia vuole lasciare Michetti e guarda al candidato di Azione" (di M. Antonellis)
Politica / Conte a TPI: “Abolire il reddito di cittadinanza? Devono passare sul mio cadavere”
Politica / Il marito di Casellati inseguito dal Fisco per 145mila euro di Ici non pagata: la storia sul settimanale di TPI
Ti potrebbe interessare
Politica / "Bertolaso vice di Calenda? Forza Italia vuole lasciare Michetti e guarda al candidato di Azione" (di M. Antonellis)
Politica / Conte a TPI: “Abolire il reddito di cittadinanza? Devono passare sul mio cadavere”
Politica / Il marito di Casellati inseguito dal Fisco per 145mila euro di Ici non pagata: la storia sul settimanale di TPI
Politica / Il governo pensa a uno stanziamento di 3 miliardi per limitare l’aumento delle bollette
Politica / M5S: Di Maio, Raggi e Fico in lizza per il comitato di garanzia di Conte
Politica / Roma, il candidato sindaco Roberto Gualtieri suona "Estate" in una jam session con tre musicisti
Politica / Candidata di Forza Italia al municipio e segretaria del ministro Franco al Mef: la doppia carica di Serena Piccardi
Politica / Il Governo ora vuole limitare l’aumento delle bollette: le misure allo studio
Politica / Il governo frena sull’obbligo vaccinale: Draghi non vuole rompere con Salvini per non perdere il Quirinale
Politica / Il social media manager di Taffo scende in campo per Roma: “Le nostre idee per migliorare la città”