Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:28
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Sondaggi elettorali: agli italiani la “manovra del popolo” non piace

Immagine di copertina
Di Maio, Conte e Salvini. Credit: Afp/Michele Spatari/NurPhoto

Sondaggi politici oggi | 1 dicembre 2018

Tra Lega e Movimento Cinque Stelle c’è una distanza di 4 punti percentuali. È quanto emerge da un sondaggio realizzato in data 30 novembre 2018 dall’istituto Demopolis per il programma televisivo Otto e Mezzo, in onda su La7 (Qui tutti gli ultimi sondaggi).

Il partito guidato da Matteo Salvini continua a essere la prima forza politica del Paese con un consenso pari al 32 per cento, a fronte del 28 per cento del M5S. Il movimento capeggiato da Luigi Di Maio registra il peggior risultato del 2018, sugli stessi livelli di febbraio.

Cumulando i rispettivi bacini di voto, i due partiti di governo raggiungono un consenso del 60 per cento, con un amplissimo margine di vantaggio sulle forze politiche di opposizione.

Il Partito democratico continua a viaggiare tra il 17 e il 18 per cento: l’istituto Demopolis lo stima a quota 17,8 per cento, mentre Forza Italia e Fratelli d’Italia sono stabili, rispettivamente all’8,6 e al 3,4 per cento.

In leggera crescita di consenso potenziale della coalizione di centrodestra (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia), che viene data al 44 per cento.

A sei mesi dal suo insediamento, il Governo Conte registra un’opinione positiva nel 56 per cento degli italiani e negativa nel 35 per cento. Giudizio negativo, invece, sulla manovra economia: solo il 33 per cento ritiene che dovrebbe essere mantenuta così com’è stata varata dall’esecutivo, mentre per il 51 per cento andrebbe parzialmente modificate e per il 16 per cento completamente riscritta.

Tra i ministri del Governo, il più noto agli italiani è il titolare dell’Interno, Matteo Salvini, conosciuto dal 97 per cento degli elettori, seguito da Luigi Di Maio (Lavoro e Sviluppo economico) con il 96 per cento. Dietro di loro Giovanni Tria (Economia), Alfonso Bonafede (Giustizia) e Danilo Toninelli (Trasporti e Infrastrutture).

Ti potrebbe interessare
Politica / Roma, Michetti non decolla: sfida Gualtieri-Calenda per prendere i voti dei moderati di destra
Politica / Conferenza stampa Mario Draghi oggi: a che ora parla e dove vederla
Politica / Il giornalista “spia” nello staff del governo dei migliori: Renato Farina è il nuovo consulente di Brunetta
Ti potrebbe interessare
Politica / Roma, Michetti non decolla: sfida Gualtieri-Calenda per prendere i voti dei moderati di destra
Politica / Conferenza stampa Mario Draghi oggi: a che ora parla e dove vederla
Politica / Il giornalista “spia” nello staff del governo dei migliori: Renato Farina è il nuovo consulente di Brunetta
Politica / Fonti Lega a TPI: “Salvini ha paura delle elezioni: per questo non rompe con Draghi”
Politica / Soldi guadagnerà più di Foa. E intanto Fuortes parla coi leader dei partiti
Politica / Berlusconi sogna il Quirinale, Meloni teme la congiura: cosa c’è dietro il summit Silvio-Giorgia in Sardegna
Cultura / Quando Pennacchi mi disse: "Io non sono di destra, sono i fascisti che stavano a sinistra" (di C. Sabelli Fioretti)
Politica / Salvini ha presentato quasi mille emendamenti per fermare il Green Pass
Politica / Draghi non ha cancellato alcun segreto di Stato: ecco perché non vedremo mai i documenti scottanti NATO su Gladio e P2
Politica / La sindrome di Draghi nella Lega: Giorgetti è il leader parallelo che segue Mario