Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 15:03
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Salvini: “Nuovo gruppo in Europa per la Lega con ungheresi e polacchi. No al Ppe”

Immagine di copertina
Il premier ungherese Viktor Orban e Matteo Salvini. Credits: Ansa

Salvini annuncia la creazione di un nuovo gruppo in Europa per la Lega con polacchi e ungheresi

La svolta europeista (e moderata) della Lega iniziata con il sostegno al governo Draghi e proseguita con il voto a favore del Recovery Fund sta perdendo pezzi. Il leader Matteo Salvini ha infatti annunciato la creazione di un nuovo gruppo sovranista al Parlamento Europeo con il partito ungherese di Viktor Orban e con Fidesz e Diritto e Giustizia (PiS), il gruppo polacco estremista di Jarosław Kaczynski, che al momento sta nel gruppo Partito dei Conservatori e dei Riformisti Europei insieme a Fratelli d’Italia. Salvini esclude così l’intenzione di entrare nel Partito Popolare Europeo (PPE), il principale partito di centrodestra in Europa, tanto voluto dal leghista Giancarlo Giorgetti.

“Stiamo lavorando per creare un nuovo gruppo europeo, sono in contatto con i polacchi, gli ungheresi“, dichiara Salvini, intervistato su Facebook dalla giornalista Annalisa Chirico. “L’ingresso nel Ppe non è all’ordine del giorno. Serve qualcosa di nuovo: un certo tipo di Europa non è in grado di rispondere alle emergenze. Lo si è visto con il caos sui vaccini”, sottolinea il leader leghista.

La creazione di un nuovo gruppo in Europa con ungheresi e polacchi annunciato da Salvini arriva a pochi giorni dalla decisione di Fidesz, il partito del primo ministro ungherese Orban, di uscire dal PPE. Fonti del Caroccio mettono a tacere le voci sulla tensione del leghista con Marine Le Pen, i cui eurodeputati sono in Identità e Democrazia, gruppo sovranista ed euroscettico di destra dell’Europarlamento di cui la Lega fa parte: “I due si sono scambiati in queste ore sms molto affettuosi. Nessuna polemica e nessuna fantasia giornalistica potranno mai mettere in dubbio un solido rapporto di amicizia e collaborazione”. Al momento la Lega, con i suoi 27 eurodeputati, è il partito più forte del gruppo Identità e Democrazia.

Leggi anche: 1. “Lega da sempre europeista, il sovranismo era un’invenzione di Salvini”: parla l’ex leghista storico Pagliarini; // 2. Quando la Lega era europeista e anti-sovranista

Ti potrebbe interessare
Politica / M5S, Conte dopo l’incontro con Draghi: “Restiamo nel governo ma serve discontinuità”
Politica / Cannabis, parlamentari della Lega a Salvini: “Pronti a barricate in Aula”
Politica / La grande illusione delle privatizzazioni: un fallimento lungo 30 anni
Ti potrebbe interessare
Politica / M5S, Conte dopo l’incontro con Draghi: “Restiamo nel governo ma serve discontinuità”
Politica / Cannabis, parlamentari della Lega a Salvini: “Pronti a barricate in Aula”
Politica / La grande illusione delle privatizzazioni: un fallimento lungo 30 anni
Politica / Rimandato il faccia a faccia tra Conte e Draghi. Si vedranno il 6 luglio
Politica / Governo, Calenda: “Non sarà un altro Papeete. Conte fa solo sceneggiate”
Politica / Ius Scholae, Renata Polverini (FI) perentoria: “Voterò sì, è la mia battaglia. Da Meloni mi aspetto un colpo di scena”
Politica / Di Maio: “Qualcuno cerca il pretesto per far cadere il governo, ma se si va al voto il Paese va nel baratro”
Politica / Draghi-Conte, lunedì l’incontro. L’ex premier: “Valuteremo se restare”
Politica / Grillo pubblica un post contro i traditori: “Si sentono eroi ma non lo sono”. Di Maio: “Basta picconare il governo”
Ambiente / Papa Francesco: “La Natura ce la sta facendo pagare”