Salvini: “Andremo al governo e faremo una rivoluzione di libertà”

Il messaggio di fine anno del leader della Lega

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 31 Dic. 2019 alle 21:29 Aggiornato il 31 Dic. 2019 alle 21:30
6.7k
Immagine di copertina
La foto postata da Matteo Salvini sui suoi canali social per la fine del 2019

Salvini, discorso di fine anno: “Torneremo al governo”

Matteo Salvini saluta il 2019 augurandosi di tornare presto al governo. “Appena gli incapaci al governo toglieranno il disturbo e gli Italiani potranno tornare a votare, noi siamo pronti a prendere per mano il Paese che amiamo”, scrive il leader della Lega in un post pubblicato sui suoi canali social nella serata di oggi, 31 dicembre, pochi minuti dopo il discorso di fine anno del Presidente Mattarella.

“Farò tutto quello che è umanamente possibile, con l’aiuto di Dio e del Cuore Immacolato di Maria, per restituire agli Italiani lavoro, serenità e sicurezza, alle famiglie speranza e futuro, ai giovani certezze e diritti, nel nome del valore supremo della Libertà, oggi troppo spesso negata”, aggiunge Salvini, che accompagna il suo messaggio con una foto che lo ritrae mentre bacia il rosario.

Dopo il messaggio di Mattarella, il leader leghista va anche in diretta video su Facebook.

“Quest’anno abbiamo dimostrato al governo di essere persone concrete, coerenti, serie: la Lega al governo ha dimostrato che volere è potere, peraltro con alleati che il più delle volte ci frenavano. Penso alla legge sulla legittima difesa, alla flat tax per le partite Iva, a Quota 100”, dice.

“C’è una differenza antropologica con la sinistra: da una parte c’è l’odio sociale che per chi ce la fa, c’è una mentalità perversa per cui ‘mal comune, mezzo gaudio'”, sottolinea Salvini. “Avanti per un 2020 fondato sulla liberà. Se il 2020 dovrà essere l’anno in cui verrò processato, lo farò a testa alta per aver difeso un popolo. Se sarà così non sarà processato un singolo, ma un intero popolo”.

E ancora: “In giro mi dicono: ‘Matteo, contiamo su di voi, non ne possiamo più’. Incapaci, incompetenti, viscidi: è un governo che tira a campare, litigioso, che regge solo per l’attaccamento alla poltrona”.

“Quando andremo al governo faremo una rivoluzione culturale di libertà, che guarda al futuro”, avverte il leader della Lega.

Leggi anche: 

Il discorso di fine anno di Mattarella | Testo integrale

6.7k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.