Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:26
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Paragone a Vasco Rossi: “So che sei arrabbiato per la citazione. Ma la poesia non è di chi la scrive”

Immagine di copertina

Continua il botta e risposta tra il senatore M5S e il cantante

La risposta di Paragone a Vasco Rossi

Il senatore del Movimento 5 Stelle Gianluigi Paragone ha usato il testo di una celebre canzone di Vasco Rossi per schierarsi contro la trattativa e il possibile accordo tra i pentastellati e il Pd per un nuovo governo. iI un video, Paragone ha parlato della situazione politica odierna attaccando i Dem e ha accompagnato il filmato con alcuni versi di un noto brano del cantante di Zocca.

“C’è chi dice No! Io non mi muovo! C’è chi dice No!”, ha scritto sul suo diario il parlamentare. E lo ha ripetuto anche nel filmato.

Ma Vasco Rossi non accetta che un suo testo sia usato per i fini politici di Paragone, e ha subito risposto al video del senatore: “C’è chi dice no lo dico io: i politici devono mettere giù le mani dalle mie canzoni! Che imparino a usare parole originali loro e a non strumentalizzare la musica!”, ha scritto il cantante su Instagram.

E ancora: “C’è chi usa le mie canzoni per le sue campagne politiche e di opinione… voglio sia chiaro che io non autorizzo nessuno a farlo e per quello che mi è possibile cerco di impedirlo…! Non si può pensare che io sia d’accordo con le opinioni di chi usa le mia musica per chiarire le sue idee confuse!”, ha continuato la rock star.

Così oggi Paragone è intervenuto nuovamente nel botta e risposta, e ha replicato alla critica del cantante in un commento Facebook al suo video, citando un altro classico: il Postino di Massimo Troisi e Pablo Neruda. Su Facebook, Paragone aggiunge:

“So che Vasco si è arrabbiato per la citazione. Ma come direbbe il Postino a Neruda: la Poesia non è di chi la scrive…”.

Paragone cita Vasco Rossi: “C’è chi dice no”. La rockstar risponde: “I politici mettano giù le mani dalle mie canzoni”
Ti potrebbe interessare
Politica / Zaia: "L’omosessualità non è una malattia, l’omofobia sì. Basta tabù sui diritti"
Politica / Elezioni, Adinolfi a Tpi: “Letta e Meloni sono come Sandra e Raimondo, litigano ma sono uguali”
Politica / L’aspirante candidata leghista alle politiche: “Le donne di sinistra? Scorbutiche, aggressive e acide”
Ti potrebbe interessare
Politica / Zaia: "L’omosessualità non è una malattia, l’omofobia sì. Basta tabù sui diritti"
Politica / Elezioni, Adinolfi a Tpi: “Letta e Meloni sono come Sandra e Raimondo, litigano ma sono uguali”
Politica / L’aspirante candidata leghista alle politiche: “Le donne di sinistra? Scorbutiche, aggressive e acide”
Politica / Liliana Segre a Giorgia Meloni: “Tolga la fiamma dal simbolo del suo partito”
Politica / Di Maio: “Gli steward dello stadio San Paolo sono i miei eroi”
Politica / Elezioni, al via la presentazione dei simboli di partito in Viminale: ecco i contrassegni depositati finora
Politica / Il disegno di Renzi e Calenda è chiaro: “Al prossimo governo di destra daremo una mano”
Politica / L’ultimo regalo di Draghi a Palazzo Chigi: Maserati in dote al governo. E tanti saluti alla transizione ecologica
Politica / Scompaiono i virologi, svanisce la pandemia. In campagna elettorale non c’è traccia del Covid
Politica / Calenda su Berlusconi: “Il Cavaliere non è in sé, non va eletto”