Me
HomePolitica

Europee 2019, Pietro Tatarella (Forza Italia) riceve quasi mille voti, ma è in carcere

Di Maria Elena Gottarelli
Pubblicato il 29 Mag. 2019 alle 17:55 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:55
Immagine di copertina
Pietro Tatarella, Credit: Ansa

Pietro Tatarella Europee | Alle elezioni europee 2019 che si sono tenute in Italia lo scorso 26 maggio, il candidato Forza Italia Pietro Tatarella ha ottenuto quasi mille voti (per l’esattezza, 995). A rendere rilevante la notizia è il fatto che Tatarella, al momento del voto e nei giorni precedenti si trovava in carcere, e non con accuse di poco conto.

Ex consigliere comunale di Milano, Tatarella è stato arrestato con l’accusa di associazione per delinquere nell’ambito dell’inchiesta su appalti e tangenti in Lombardia portata avanti dalla Direzione distrettuale antimafia di Milano.

Prima di essere coinvolto nell’inchiesta, il 35enne Tatarella era considerato una giovane promessa del partito di Berlusconi. Nei giorni scorsi, i suoi avvocati avevano avanzato una richiesta di scarcerazione per Tatarella, ma la domanda non era stata accolta dai pubblici ministeri e l’ex consigliere comunale è rimasto in carcere.

Pietro Tatarella Europee | Nonostante le gravi accuse, Pietro Tatarella si è aggiudicato un cospicuo numero di voti nella sua Circoscrizione (quella nord-occidentale). In particolare, a Milano ha ottenuto 465 voti, i restanti sparsi nei vari comuni della regione.

Ma non è tutto. Un’altra candidata di Forza Italia indagata per finanziamento illecito si è aggiudicata ben 32 mila voti. Si tratta di Lara Comi, già eurodeputata e indagata dalla Procura di Milano nell’ambito della maxi inchiesta sui rapporti tra politica e imprenditori. La Comi è accusata di finanziamento illecito ai partiti.

Elezioni europee 2019, risultati definitivi: chi ha vinto e chi ha perso in Italia e in Europa

Elezioni europee 2019: come è andata in Europa e in Italia il 26 maggio 2019

Complimenti Cinque Stelle: avete fatto i camerieri di Salvini e gli avete regalato l’Italia