Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Quando Salvini diceva: “Usiamo la ruspa contro chi boicotta la Nutella”

Immagine di copertina

Nel 2015 Matteo Salvini proponeva l’uso della ruspa contro chi boicottava la Nutella. Sembra incredibile alla luce di quanto detto dal leader della Lega a Ravenna, durante un comizio, giovedì 5 dicembre.

In quell’occasione Salvini aveva attaccato la Nutella affermando: “Preferisco aiutare le aziende che utilizzano prodotti italiani, mentre Nutella usa nocciole turche”.

Eppure, come ricostruito da Giornalettismo, l’ex ministro dell’Interno qualche anno fa era il più strenuo difensore della crema di cacao e nocciole.

Nel 2015, infatti, a proporre un boicottaggio della Nutella era stata Ségolène Royal, al tempo ministro dell’Ambiente nel governo guidato da François Hollande. La campagna era subito stata ritirata sull’onda dello sdegno popolare.

Il primo a indignarsi per la proposta di Ségolène Royal fu proprio Salvini, che propose misure drastiche come l’uso della ruspa.

In un tweet, Salvini scriveva: “STOP #Nutella per salvare Pianeta??? Un ministro così merita… la RUSPA! #nutellalibera #segoleneroyal”.

nutella salvini

La ministra francese, nello specifico, se l’era presa contro la presenza di olio di palma nella Nutella. Un’argomentazione ritenuta assurda da Salvini, che si era subito lanciato in difesa della crema di cacao e nocciole.

Due giorni fa, come detto, Salvini ha però attaccato la Nutella in nome della provenienza straniera delle nocciole con cui è fatta (qui vi abbiamo spiegato cosa c’è di vero nelle dichiarazioni dell’ex viepremier).

Il leader della Lega, nella serata di venerdì 6 dicembre, ha poi fatto una parziale marcia indietro, pubblicando sui social un video in cui elogia la Nutella e dichiara: “Mi è arrivata la denuncia di Carola Rackete per ‘istigazione a delinquere e diffamazione’. Per addolcire la giornata, una fetta di pane e Nutella con una richiesta alla Ferrero: comprate ingredienti italiani, dallo zucchero alle nocciole, per aiutare i nostri agricoltori!”.

A seguire, Salvini ha anche pubblicato su Facebook un post in cui compare al supermercato davanti ad alcuni barattoli di Nutella. Nella didascalia della foto si legge: “Spesa per la cena dei bimbi, si arriva al dolce!”.

 

Leggi anche: 
La Nutella “arriva” dalla Turchia? Ecco cosa c’è di vero nelle parole di Salvini
Ti potrebbe interessare
Politica / Lilli Gruber contro Giorgia Meloni: "Ha un problema con la grammatica"
Politica / “Il ritorno della geo-economia e l’Europa”: a Roma la prima iniziativa del Capitolo Italiano dei Friends of ERA
Politica / Porta a Porta, solo uomini da Bruno Vespa per parlare d’aborto. La presidente Rai Soldi richiama il conduttore
Ti potrebbe interessare
Politica / Lilli Gruber contro Giorgia Meloni: "Ha un problema con la grammatica"
Politica / “Il ritorno della geo-economia e l’Europa”: a Roma la prima iniziativa del Capitolo Italiano dei Friends of ERA
Politica / Porta a Porta, solo uomini da Bruno Vespa per parlare d’aborto. La presidente Rai Soldi richiama il conduttore
Politica / D’Antuono (Volt) a TPI: “Elezioni europee? Serve una riforma elettorale. Ecco cosa vogliamo fare”
Politica / Ilaria Salis candidata alle Europee: “Se eletta va subito liberata”
Politica / Europee, Ilaria Salis vicina alla candidatura con Avs
Politica / Mattarella: “Il rischio che il conflitto in Medio Oriente si allarghi è drammaticamente presente”
Politica / Draghi: “Proporrò un cambiamento radicale per l’Unione europea”
Politica / Luciano Canfora rinviato a giudizio per diffamazione verso Meloni
Politica / Giustizia sociale e ambientale: dialogo tra il cardinale Zuppi e Fabrizio Barca