Covid ultime 24h
casi +11.629
deceduti +299
tamponi +216.211
terapie intensive +14

“Ti vogliamo morto insieme a tutti i napoletani”: minacce su Twitter al ministro degli Esteri Luigi Di Maio

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 10 Giu. 2020 alle 15:52 Aggiornato il 10 Giu. 2020 alle 17:23
105
Immagine di copertina

Minacce di morte a Di Maio su Twitter

Minacce di morte sui social al ministro degli Esteri Luigi Di Maio, da parte di un utente di Twitter che si firma come “Carla” e scrive: “Ti vogliamo morto”. “Ti vogliamo morto insieme a tutti i napoletani”, si legge ancora sul profilo, in cui risulta taggato proprio l’account del ministro.

Guardando agli altri contenuti condivisi sul social, l’utente usa normalmente un linguaggio violento per rivolgersi a politici o ad altri account: negli ultimi giorni ha “ri-twittato” un video in cui un nero aggredisce una ragazza bianca con il commento: “Suprematisti bianchi in azione”. Dopo i messaggi contro Di Maio, subito sono arrivati attestati di solidarietà da parte degli esponenti del M5S. Tra questi Paola Taverna e Alfonso Bonafede. “Non saranno un manipolo di haters e le loro ignobili minacce a fermare il grande lavoro che @luigidimaio  sta svolgendo a servizio del Paese e che tutti riconosciamo. A lui, e ai napoletani finiti nel mirino dei violenti attacchi, va tutta la mia vicinanza”, ha scritto la vicepresidente del Senato. “Tutta la mia solidarietà a per le minacce di morte ricevute sui social. Lo straordinario lavoro portato avanti da ministro degli Esteri è la risposta più forte a certi gesti vili, da condannare senza se e senza ma”, ha scritto il ministro della Giustizia. Ma anche nei suoi confronti l’account anonimo si rivolge con violenza, rispondendo così al suo Tweet: “Il ministro è la vergogna dello Stato italiano”.

Diverse le segnalazioni del profilo da parte degli utenti di Twitter alla polizia postale.

Leggi anche: 1. Di Maio oggi si dimette da capo politico del Movimento Cinque Stelle 2. Mancata zona rossa ad Alzano e Nembro: la procura interrogherà Conte, Lamorgese e Speranza 3. [Retroscena] Maggioranza spaccata sul “modello Genova” per i cantieri: Pd contrario e M5S divisi 4. Guido Crosetto a TPI: “La Meloni è una leader post-ideologica. Vi spiego la differenza tra lei e Salvini”

105
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.