Gli appunti di Salvini al Senato stanno scatenando l’ironia del web

Qualche foglio stropicciato e delle scritte in stampatello

Di Cristiana Mastronicola
Pubblicato il 10 Set. 2019 alle 18:43
0
Immagine di copertina
Matteo Salvini. Credit: Filippo MONTEFORTE / AFP - Credit: Ansa/Giuseppe lami

Matteo Salvini scrive gli appunti per il suo discorso al Senato

Stanno facendo il giro del web gli appunti di Matteo Salvini presi pochi istanti prima del discorso al Senato in occasione del voto di fiducia al presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Le foto che stanno girando sono quelle di alcuni fogli stropicciati con degli appunti scritti in stampatello. (Qui il discorso di Matteo Salvini al Senato).

Poche parole, delle freccette e altre parole in stampatello. Tra gli appunti del sentore spunta la parola “droga” che porta dritto all’idea di lotta incondizionata a qualsiasi tipo di sostanza stupefacente, tanto da tirare in ballo (ancora) Roberto Saviano e l’idea avanzata qualche giorno fa di legalizzare la cocaina (ma nel contrasto alla criminalità organizzata, non certo per incentivarne l’uso).

E poi ancora la parola “giustizia” che porta dritta al concetto di “Certezza della pena”. Tra gli appunti spunta anche la frase “differenza di stile”: una parte del discorso del senatore Salvini a Palazzo Madama è stata incentrata proprio nel sottolineare la differenza di approccio di Salvini e della sua Lega e l’atteggiamento mostrato dal presidente del Consiglio nel creare un nuovo esecutivo pur di mantenere la poltrona, come dice Salvini.


E intanto sui social impazzano i commenti sugli appunti dell’ex ministro dell’Interno: “Cosa appunta? Un discorso da sconfitto e perdente su tutta la sua ‘politica’… Sempre che così si possa chiamare”, scrive un utente. “Starà disegnando tante cacchette”, si legge in un altro commento. E ancora: “Ha imparato a scrivere o sta facendo i disegnini?”; “Perché, sa scrivere?”.

Il discorso di Conte per la fiducia al Senato

Cos’è e come funziona il voto di fiducia in Parlamento

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.