Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:22
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

M5s, durissimo attacco a Casaleggio dalla pagina ufficiale fb: “Non ricopre alcuna carica”. Rischio scissione

Immagine di copertina

“Il Blog delle Stelle è il canale ufficiale del Movimento 5 stelle e Davide Casaleggio non ricopre alcuna carica nel Movimento 5 Stelle. Il post pubblicato in data odierna sul Blog delle Stelle a firma Davide Casaleggio rappresenta una sua iniziativa, personale e arbitraria, diffusa attraverso uno strumento di comunicazione ufficiale del Movimento 5 Stelle”.

Adesso la scissione M5S sembra davvero a un passo: oltre ai dissidi interni che attanagliano il Movimento da settimane, ora è andato in scena un botta e risposta violento tra Davide Casaleggio e il Comitato di garanzia dei 5 Stelle: parole pesanti, accuse incrociate, attacchi anche sul piano personale, tanto da arrivare alla pubblicazione di un post di aperta rottura. Ma cosa è successo per arrivare a questo punto?

Il 4 ottobre, Davide Casaleggio ha raccontato sul Blog delle Stelle di aver ricevuto la proposta di guidare un Ministero. Non si sa quale, non si sa da chi sia arrivata questa richiesta. L’unico fattore che emerge è la risposta negativa data dal Presidente dell’Associazione Rousseau a chi ha avanzato questa sua candidatura. Il figlio di Gianroberto ha poi infierito e su chi “una volta eletto” privilegia il “proprio interesse carrieristico”. Poi avverte: se M5s diventerà un partito io prenderò un’altra strada.

Leggi anche: Esclusivo TPI. Faccia a faccia con Davide Casaleggio: “Ora parlo io”. L’intervista di Giulio Gambino

Un’iniziativa, quella del post pubblicato dal Casaleggio slu Blog delle Stelle, che non è affatto piaciuta agli altri organi del Movimento, e che si è conclusa con la condanna pubblica tramite post su Facebook. Il Comitato dei garanti – composto da Vito Crimi, Roberta Lombardi e Giancarlo Cancelleri – risponde brutalmente:

“Il fatto che il Blog delle Stelle sia gestito dall’associazione Rousseau non autorizza il suo presidente a utilizzarla per veicolare suoi messaggi personali non condivisi con gli organi del Movimento 5 Stelle. Il Movimento 5 Stelle siamo noi, tutti, non è appannaggio di qualcuno in particolare”, si legge ancora nel post.

Nel messaggio pubblicato sul Blog, Davide Casaleggio riporta un retroscena che lo ha visto protagonista: “Per 15 anni ho prestato la mia attività gratuitamente per un’idea di partecipazione collettiva da parte dei cittadini alla vita del proprio Paese. Lo hanno fatto anche migliaia di attivisti che continuano a regalare il loro tempo alla comunità. Quando mi è stata offerta la guida di un ministero, ho rifiutato pensando che il ruolo di supporto del movimento fosse più importante. Ho sempre rispettato i ruoli anche quando non ero d’accordo con le scelte prese”.

Interviene anche Luigi Di Maio, mai citato da Casaleggio ma certamente tra i più attivi a chiedere “nuove regole” per il Movimento. “In molti continuano ad attaccarci, a ostacolarci”, scrive su Facebook. Elenca i risultati ottenuti, dal reddito di cittadinanza al taglio dei parlamentari, e conclude: “Abbiate fiducia in noi. Rimaniamo uniti e guardiamo avanti”. Si fa sentire anche Roberto Fico: “Credo che il Movimento possa ancora dire e fare tanto. Non potrà essere più quello delle origini, ma da quelle radici deve comunque trovare nutrimento”.

Leggi anche: Sibilia a TPI: “Di Battista? Non faccio polemiche. Serve organizzazione strutturata” | VIDEO; Di Battista: “Per il M5S l’alleanza strutturale con Pd è la morte nera”; La notte in cui è morto il M5S (di Giulio Gambino)

Ti potrebbe interessare
Politica / Inchiesta Open, Renzi chiede a Nordio un’indagine sui pm di Firenze. Il ministro: “Rigoroso accertamento”
Politica / Armi all’Ucraina, il governo si prepara a prorogare le forniture fino a fine 2023: confermata la linea Draghi
Cronaca / Caso Soumahoro, finita l’ispezione alla cooperativa Karibu. Il ministro Urso: ”Sarà messa in liquidazione”
Ti potrebbe interessare
Politica / Inchiesta Open, Renzi chiede a Nordio un’indagine sui pm di Firenze. Il ministro: “Rigoroso accertamento”
Politica / Armi all’Ucraina, il governo si prepara a prorogare le forniture fino a fine 2023: confermata la linea Draghi
Cronaca / Caso Soumahoro, finita l’ispezione alla cooperativa Karibu. Il ministro Urso: ”Sarà messa in liquidazione”
Politica / Decreto anti rave, il governo riscrive la norma: escluse le manifestazioni
Politica / Armi all’Ucraina, il governo ritira l’emendamento ma incassa l’ok del Pd per il decreto
Politica / Pd, Elly Schlein verso la candidatura alla segreteria: “Costruiamo una nuova strada”
Politica / Cartabianca, lite tra Orsini e Lupi in diretta tv: “Lei deve portare rispetto”
Politica / Ponte sullo stretto, Salvini: “Pericolo per gli uccelli? Non sono scemi, lo eviteranno”
Politica / Calenda vede Meloni: “Premier preparata, Fi la aiuti invece di sabotarla”. Gli azzurri: “Lui irrilevante”
Politica / Proroga al 2023 delle armi all’Ucraina, la maggioranza ritira emendamento: si procederà per decreto