Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:23
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Inps, scoppia il caso archivio-Delta Uno: l’ex presidente Mastrapasqua telefona in diretta a “Non è l’Arena”

Il programma tv di Massimo Giletti racconta la vicenda dell'azienda che da trent'anni gestisce l'archivio nazionale dell'Inps: l'ultimo contratto di affidamento del servizio risale al 2008, ma l'Anac lo ha dichiarato illegittimo. E ora è guerra di carte bollate. L'ex presidente Antonio Mastrapasqua chiama in diretta tv Luca Telese, ospite in studio: "Andate a vedere chi firmò la proroga 12 anni fa"


Dopo i ritardi nei pagamenti della cassa integrazione, lo scandalo dei parlamentari “furbetti” che hanno chiesto il bonus Covid per le partite Iva e la vicenda dell’aumento di stipendio per il presidente Pasquale Tridico, un altro caso scuote gli uffici dell’Inps. Il programma tv “Non è l’Arena”, condotto da Massimo Giletti su La7, ha raccontato nella puntata di ieri, domenica 11 ottobre, il caso della Delta Uno spa, l’azienda che da trent’anni gestisce l’archivio nazionale dell’Istituto.

Nel capannone dell’azienda – 150mila metri quadrati in provincia di Roma – sono conservate tutte le pratiche cartacee dell’Inps da Bolzano a Lampedusa. L’ultimo contratto fra Delta Uno e l’Istituto di previdenza sociale fu stipulato senza gara nel 2008: secondo un parere dell’Autorità anti-corruzione (Anac), però, è illegittimo. La Sovrintendenza archivistica del Ministero dei Beni culturali ha dato tempo all’Inps fino al 2017 per adeguare l’archivio.

Nel 2017 Delta Uno ha avviato la restituzione graduale del materiale cartaceo e ha consegnato all’Istituto il database con cui venivano gestite le pratiche in formato digitale. L’Inps, tuttavia, sostiene che questo database non funziona e ha chiesto all’azienda un risarcimento danni da 100 milioni di euro. L’Istituto da agosto 2019 ha interrotto i pagamenti all’azienda, la quale peraltro continua a svolgere il servizio e si considera creditrice nei confronti della controparte per circa 12 milioni di euro. Delta Uno sostiene anche di aver proposto all’Inps la vendita del capannone per 35/40 milioni di euro, ma dall’Istituto non avrebbero risposto.

Intervistato da “Non è l’Arena, Tito Boeri, presidente dell’Inps fra il 2014 e il 2019, ha definito”gravissima” la proroga del contratto con Delta Uno fatta nel 2008. A quell’epoca l’Istituto era guidato da Antonio Mastrapasqua. Nei giorni scorsi un giornalista del programma di Giletti ha cercato di intervistare l’ex presidente dopo averlo atteso sotto il suo ufficio con le telecamere, ma Mastrapasqua si è rifiutato di rispondere.

Durante la puntata di ieri sera, dopo aver visto il servizio sull’accaduto e ascoltato il commento di Boeri, Mastrapasqua è però voluto intervenire telefonicamente, contattando Luca Telese, giornalista di TPI, che era in studio come ospite. “Andate a vedere chi ha prorogato quel contratto nel 2008”, ha raccomandato l’ex presidente a Giletti, lasciando intendere di non essere lui il primo responsabile della proroga di allora.

Mastrapasqua ha rimproverato al conduttore di aver organizzato “appostamenti” sotto il suo ufficio. “Io sono servitore dello Stato, se ha il bisogno e la volontà di vedere le vere carte, fare un appostamento sotto l’ufficio non è il modo. Vediamo le carte e le faccio vedere chi ha firmato”, ha detto. Giletti gli ha risposto che in realtà la redazione del programma nei giorni precedenti aveva tentato di contattarlo telefonicamente, senza tuttavia ricevere risposta. Nelle prossime puntate di “Non è l’Arena” è possibile che Mastrapasqua intervenga personalmente mostrando i documenti a Giletti.

Leggi anche: Tridico non deve vergognarsi di nulla: come presidente Inps guadagnava troppo poco (di L. Telese)

Ti potrebbe interessare
Politica / Si chiude il deposito dei simboli al Viminale. Ecco perché non finiranno tutti sulla scheda
Economia / Salario minimo, RdC, cashback, stop definitivo all’Irap: cosa prevede il programma del M5S
Politica / Marco Cappato annuncia: “Raccoglieremo le firme per la nostra lista solo in forma digitale”
Ti potrebbe interessare
Politica / Si chiude il deposito dei simboli al Viminale. Ecco perché non finiranno tutti sulla scheda
Economia / Salario minimo, RdC, cashback, stop definitivo all’Irap: cosa prevede il programma del M5S
Politica / Marco Cappato annuncia: “Raccoglieremo le firme per la nostra lista solo in forma digitale”
Politica / Elezioni, la lista Italia Sovrana e Popolare a TPI: “Il nostro nemico è Draghi. Non ci sentiamo nani vicino a Biancaneve”
Politica / Giorgia Meloni non rinuncia alla fiamma tricolore: “Ne andiamo fieri, non ha a che fare con il fascismo”
Politica / Gina Lollobrigida candidata al Senato a 95 anni per la lista Italia Sovrana e Popolare
Politica / Matrimonio egualitario, ius scholae, fine vita: cosa prevede il programma del Pd
Opinioni / Letta ha chiuso ai 5S perché temeva la figura di Conte (di M. Tarantino)
Opinioni / Quel Movimento, per come lo abbiamo conosciuto, non esiste più (di M. Contigiani)
Economia / Al via i nuovi congedi parentali, da oggi le novità: dieci giorni obbligatori per i papà