Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:30
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

La rivelazione di Di Maio ai fedelissimi: “Salvini ha deciso che farà la crisi”

Immagine di copertina

GOVERNO NEWS – Mentre Matteo Salvini sostiene, rassicurante, ,che il governo durerà per altri quattro anni e che dal giorno dopo le Elezioni Europee tornerà a lavorare come sempre con Luigi Di Maio, si racconta anche della paura dalle parti del Movimento 5 Stelle per una possibile rottura del leader della Lega, che alle urne potrebbe ottenere uno straordinario risultato.

Governo news | Retroscena: Di Maio dice che Salvini dopo il voto “farà la crisi”

Stando a quanto scrive oggi Repubblica, il capo politico del M5S avrebbe confidato ai suoi l’intenzione dell’altro vicepremier di rompere l’alleanza di governo. Di Maio avrebbe radunato lo staff di fedelissimi, compreso qualche ministro, lunedì notte, al termine di un duro Consiglio dei Ministri, all’uscita dalla stanza del premier Giuseppe Conte, dopo aver parlato con Salvini. “Qualcosa è cambiato Matteo ha già deciso che farà la crisi”, è una frase che viene attribuita al ministro di Lavoro e Sviluppo Economico.

Le ultime news sul governo del 22 maggio

Il colloquio con lo staff sarebbe durato solo una decina di minuti. Il capo politico avrebbe parlato ai pentastellati a lui più vicini del rapporto della Lega come di una storia ormai conclusa. “Dovevate vederlo, era sprezzante. Vuole rompere. Sul decreto sicurezza, oppure alla prima occasione che gli capiterà il giorno dopo le Europee”, avrebbe affermato ancora Di Maio parlando di Salvini.

La soglia da tenere d’occhio per lo strappo è quella del 30% dei consensi.

Tutte le ultime news sul governo

Repubblica racconta anche che Salvini è convinto che la soluzione migliore sia quella della rottura e che ascolta il suo numero due Giancarlo Giorgetti. Il sottosegretario lunedì era assente al Cdm, per incontrare investitori americani a Milano. “Il 26 maggio ci sarà uno shock», è il suo pensiero. E c’è una condizione importante: “Serve una buona forbice tra noi e i grillini”.

È l’unica soluzione, ragionano dalle parti della Lega, per evitare “una crisi al buio e la responsabilità di una rottura”. “Se prendiamo il 30% la fine di questo governo sarà nelle cose. È la politica”.

Ti potrebbe interessare
Politica / Salvini difende Jacobs dai sospetti dei media stranieri: “Squallidi, non sapete perdere”
Politica / Stragi, Mario Draghi toglie il segreto su Gladio e sulla P2
Politica / Il Senato chiude e va in vacanza: Ddl Zan e riforma della giustizia possono attendere
Ti potrebbe interessare
Politica / Salvini difende Jacobs dai sospetti dei media stranieri: “Squallidi, non sapete perdere”
Politica / Stragi, Mario Draghi toglie il segreto su Gladio e sulla P2
Politica / Il Senato chiude e va in vacanza: Ddl Zan e riforma della giustizia possono attendere
Economia / Nessuno ne parla ma anche Draghi ebbe un ruolo decisivo nel crack Mps
Politica / Lettera a TPI: “La Logica cinica e perversa della riforma Cartabia”
Politica / L'ultimatum di Salvini a Draghi: "Il governo fermi gli sbarchi oppure sostenerlo sarà un problema"
Opinioni / Statuto M5s, Conte al bivio: "Se non ottiene un plebiscito la sua leadership va già in crisi" (di M. Antonellis)
Politica / Berlusconi incorona Salvini come leader del centrodestra
Politica / Green pass per i trasporti (ma da settembre), vaccini obbligatori per il personale scolastico
Opinioni / Renzi vuole abolire il reddito di cittadinanza, ma lui non ha mai dovuto cercare un lavoro in vita sua (di L. Telese)