Governo, incontro tra Di Maio e Salvini. La priorità dell’esecutivo ora è il taglio delle tasse

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 6 Giu. 2019 alle 16:35 Aggiornato il 6 Giu. 2019 alle 20:07
0
Immagine di copertina

Incontro tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini | Governo news 

Governo incontro Di Maio Salvini – I vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini si sono incontrati nel pomeriggio di giovedì 6 giugno a Palazzo Chigi.

Il colloquio è durato circa un’ora ed è stato definito da fonti vicine al Movimento 5 Stelle “positivo e proficuo”.

I due hanno ribadito che il Governo va avanti e tracciato l’obiettivo da raggiungere nel prossimo futuro, ovvero il taglio delle tasse.

L’abbassamento delle tasse, infatti, è considerato dai due vicepremier “prioritario per il rilancio del Paese”.

“Servono misure straordinarie e nessun aumento delle tasse per lo sviluppo dell’economia –  si legge in una congiunta diffusa da Lega e Movimento 5 Stelle – I maggiori incassi dell’Irpef e dell’Iva quasi dell’8 per cento e la diminuzione della disoccupazione rispetto al 2018 nei primi quattro mesi di quest’anno ci dicono che siamo sulla buona strada”.

Salvini e Di Maio, poi, hanno dichiarato di voler “riavviare” un dialogo costruttivo con l’Europa, che però rimetta al centro l’Italia.

In serata anche Di Maio ha confermato che l’incontro con Salvini è stato “molto positivo” e che il Governo va avanti.

Il ministro dello Sviluppo economico, poi, è tornato sulla lettera dell’Unione Europea dichiarando: “La lettera dimostra che questa Europa non ha imparato nulla degli errori fatti in questi anni. Ancora si chiedono tagli, di togliere i soldi ai cittadini, ma noi non lo faremo”.

Un incontro tra i due era stato auspicato pochi giorni fa proprio dal capo politico del Movimento 5 Stelle che aveva invitato il suo alleato a confrontarsi sulle prossime misure da approvare.

Sul tavolo, però, potrebbe esserci anche l’ipotesi di un rimpasto di Governo, oltre che la strategia da adottare dopo la notizia della proposta della Commissione europea di aprire una procedura di infrazione nei confronti dell’Italia.

I due vicepremier non si vedevano da alcune settimane e questo è il primo faccia a faccia dopo le elezioni europee, che hanno visto la Lega trionfare e il Movimento 5 Stelle dimezzare i propri voti.

L’incontro arriva dopo il discorso del premier Giuseppe Conte, che ha “richiamato all’ordine” i due partiti di Governo, e il giorno seguente la ritrovata unità nell’esecutivo, che ha fatto fronte comune contro Bruxelles e l’ipotesi di apertura di procedura di infrazione.

Tutti i protagonisti, da Di Maio a Salvini, da Conte a Tria, infatti, hanno dichiarato che vi sarà un dialogo costruttivo con l’Europa, ma anche che alcune riforme come Quota 100 e Reddito di cittadinanza non si toccano.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.