Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:39
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Quando Piero Fassino disse: “Salvini al governo per trent’anni? Vediamo se gli daranno i voti”

Immagine di copertina

Di fronte ai risultati delle Elezioni Europee, che hanno visto il trionfo della Lega, riuscita a ottenere in Italia il 34 per cento delle preferenze, le parole pronunciate da Piero Fassino nel luglio 2018 a Milano appaiono come una profezia al contrario.

L’ex sindaco di Torino ed esponente del Partito Democratico, a margine dell’incontro “Al lavoro per il futuro. Verso il congresso per un Partito Democratico protagonista” che si era tenuto nel capoluogo lombardo, aveva infatti dichiarato a La Stampa: “Trent’anni di Salvini? Nulla impedisce di sperare, però bisogna vedere se gli elettori gli daranno i voti. Non credo questo sia il tema principale oggi. Il tema principale è che Salvini sta imponendo a questa maggioranza di governo una linea oltranzista, che chiude l’Italia e riduce l’Italia in un ghetto. Non ho capito qual è la sua idea di Europa se chiude le frontiere, chiude i porti e mette i dazi”.

Fassino a sua volta rispondeva al leder del Carroccio Salvini che, nel  corso del tradizionale raduno del Carroccio a Pontida, aveva detto: “L’Italia che voglio governare, non per cinque anni, si rassegnino i compagni, l’Italia che governeremo per i prossimi 30 anni è un’Italia che non ha paura di niente e di nessuno”.

Non è la prima volta che l’esponente del Pd aveva previsto, ma al contrario, il futuro della politica italiana. Nel 2009 era toccato a Beppe Grillo: intervistato da Repubblica Tv, Fassino aveva detto che se il comico genovese avesse fondato un partito, non avrebbe mai avuto un seguito di elettori.

“Se vuol fare politica fondi un partito, si presenti alle elezioni e vediamo quanti voti prende” erano state le parole del politico.

Ti potrebbe interessare
Politica / Nuovo Codice degli appalti: sparisce la parità di genere. L’iniziativa de Le Contemporanee
Politica / Meloni: “Nessun presupposto per le dimissioni di Donzelli e Delmastro. Abbassiamo i toni”
Politica / Ilaria Cucchi va a trovare Alfredo Cospito: “Dopo mio fratello nessun altro deve morire di carcere”
Ti potrebbe interessare
Politica / Nuovo Codice degli appalti: sparisce la parità di genere. L’iniziativa de Le Contemporanee
Politica / Meloni: “Nessun presupposto per le dimissioni di Donzelli e Delmastro. Abbassiamo i toni”
Politica / Ilaria Cucchi va a trovare Alfredo Cospito: “Dopo mio fratello nessun altro deve morire di carcere”
Politica / Paola De Micheli a TPI: “Alla sinistra serve un nuovo umanesimo”
Politica / Lettera aperta a Beppe Grillo da un’elettrice delusa: “L’ennesimo partito imborghesito non ci interessa”
Politica / Una poltrona per due: la strana coppia del Tesoro
Politica / “La riforma Cartabia non ha migliorato la Giustizia”
Politica / Cuperlo a TPI: “Caro Pd, non nascondiamo la polvere sotto al tappeto”
Politica / Elly Schlein a TPI: “Vinco io il Congresso del Pd, lo dicono i numeri”
Politica / Elly Schlein a TPI: “Dopo la politica mi darò al cinema, sogno di fare la regista”