Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:39
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Elezioni Sicilia risultati, la Lega perde tutti i ballottaggi, buon risultato per M5s

Immagine di copertina
ELEZIONI SICILIA RISULTATI – Lega sconfitta in tutti i comuni siciliani al ballottaggio, vittoria dei Cinque Stelle a Caltanissetta e Castelvetrano.
A Gela le forze di opposizione, Pd e Forza Italia insieme vincono a Gela.
Il centro sinistra si impone a Mazara del Vallo, mentre a Monreale la vittoria va a una lista civica collegata al governatore siciliano Musumeci.

Nella giornata di domenica 12 maggio 2019 alcuni comuni siciliani sono tornati alle urne per il secondo turno delle elezioni amministrative 2019 in Sicilia.

Qui gli exit poll dei ballottaggi delle elezioni Sicilia 2019

Le urne sono state aperte dalle 7 alle 23 per dare modo ai cittadini dei 5 comuni (Caltanissetta, Mazzara del Vallo, Gela, Castelvetrano e Monreale) di scegliere il loro sindaco, che non era stato eletto al primo turno lo scorso 28 aprile (qui i risultati del primo turno).

Elezioni Sicilia risultati | Ballottaggi | Chi ha vinto

Qui troverete tutte le informazioni sui sindaci eletti nei cinque comuni al voto. Ecco chi ha vinto:

– SE NON VISUALIZZI GLI ULTIMISSIMI AGGIORNAMENTI, CLICCA QUI –

(Aggiornare in continuazione per leggere gli aggiornamenti)

Elezioni Sicilia risultati | I comuni al voto

Caltanissetta – Nel capoluogo nisseno a sfidarsi sono Michele Giarratana del centrodestra (37,39 per cento al primo turno) e Roberto Gambino del M5s (19,92 per cento al primo turno). Qui i dettagli sul voto a Caltanissetta.

La vittoria va al M5S con Gambino, che prevale su Giarratana.

Gela (CL) – Cristoforo Greco, candidato da liste civiche al cui interno ci sono Pd e Forza Italia (36,28 per cento) sfida Giuseppe Spata, appoggiato da Fdi, Udc e Lega (30,57 per cento).

A Gela si impone l’alleanza fra Pd e Forza Italia.

Castelvetrano (TP) – Nel comune trapanese, che torna al voto per la prima volta dopo lo scioglimento per mafia, la sfida è fra Calogero Martire, sostenuto da liste civiche, (30,30 per cento) e Enzo Alfano del M5s (28,49 per cento).

Qui si impone la vittoria del candidato dei Cinque Stelle.

Mazara del Vallo (TP) – Per la poltrona di primo cittadino si sono sfidati Salvatore Quinci del centrosinistra (31,51 per cento) e Giorgio Randazzo, appoggiato da varie liste tra cui la Lega (24,25 per cento). Il leghista è stato sconfitto da Quinci.

Monreale (PA) – Per il secondo turno si sfidano Alberto Arcidiacono, sostenuto da liste civiche e da “Diventerà bellissima”, il movimento del governatore Nello Musumeci (23,94 per cento) e Pietro Capizzi del centrosinistra (21,20 per cento). È Arcidiacono a portare a casa la vittoria

Elezioni Sicilia risultati | Affluenza

AGGIORNAMENTO 13 MAGGIO – L’affluenza definitiva è stata del 43,60 per cento in media tra i vari comuni al voto, contro il 58,98 per cento del primo turno.

AGGIORNAMENTO ORE 19 – Nei cinque comuni in Sicilia dove si vota per i ballottaggi alle ore 19 l’affluenza è pari al 32,62 per cento, in calo del 13,11 per cento rispetto al primo turno (45,73 per cento). Su 226.546 elettori finora hanno votato in 73.893.

Rispetto al primo turno, l’affluenza più bassa, nella seconda rilevazione delle ore 19, si registra a Mazara del Vallo (Tp) con un calo del 15,92 per cento (38,96 per cento contro 54,88 per cento); seguono Gela (Cl) con -15,10 per cento (28,22 per cento-43,33 per cento), Monreale (Pa) con -12,66 per cento (31,41 per cento-44,07 per cento), Caltanissetta con -11,83 per cento (31,72 per cento-43,55 per cento) e Castelvetrano con -7,22 per cento (36,27 per cento-43,49 per cento).

Lo scrutinio dei voti inizierà nella stessa giornata di domenica, subito dopo la chiusura dei seggi elettorali. I primi risultati dei ballottaggi sono attesi in nottata.

Ti potrebbe interessare
Politica / Con Meloni più voli di Stato: la classifica dei ministri che ne usano di più
Politica / Sardegna, terminato lo scrutinio: per Todde 1.600 voti di vantaggio
Opinioni / I populisti cavalcano il malessere delle persone, ma non hanno soluzioni. Ecco come fermarli (di N. Zingaretti)
Ti potrebbe interessare
Politica / Con Meloni più voli di Stato: la classifica dei ministri che ne usano di più
Politica / Sardegna, terminato lo scrutinio: per Todde 1.600 voti di vantaggio
Opinioni / I populisti cavalcano il malessere delle persone, ma non hanno soluzioni. Ecco come fermarli (di N. Zingaretti)
Politica / L’annuncio di Meloni: “Chico Forti sarà trasferito in Italia”
Politica / Vannacci: “In tv troppi gay, cerco di orientare le mie figlie verso l’eterosessualità”
Politica / Scuola, percorsi differenziati per gli alunni stranieri: il piano di Valditara scatena le polemiche
Politica / Veronica Lario: “Miliardaria? Il Tribunale mi ha tolto tutto. Io passata da velina ingrata”
Politica / Scontri a Pisa, Piantedosi: “Le cariche fatte per garantire l’incolumità degli agenti. Corteo violava la legge”
Politica / Schlein: “Meloni si può battere, ora vogliamo l’Abruzzo”
Opinioni / Il voto in Sardegna non è solo una questione locale